Danno dopo manutenzione

Velovela

Novellino
25 Dicembre 2020
8
5
Italia
Bici
scott cr1 SL
Salve a tutti,
quest'oggi ho portato a casa la bdc dopo una manutenzione di routine dal negozio stesso in cui gli comprai la bici. Ma mi è saltato subito all'occhio una scheggiatura proprio nel punto in cui viene fermata sul cavalletto. IL danno è proprio al centro del tubo orizzontale,tra l'altro era già presente una linea bianca che solo ora arrivo alla conclusione che si trattava sempre di un eccessivo serraggio della morsa del cavalletto. Mi farebbe piacere sapere se è capitata una cosa simile anche a qualcun'altro e come vi siete comportati per un possibile risarcimento del danno. Premetto che il telaio ha nove anni e mezzo,ma è ( o era ) in ottimo stato e si tratta di un telaio decisamente di alto livello come qualità di carbonio. grazie...
 
Ultima modifica:
  • Mi piace
Reactions: Gian Gian

samuelgol

Flughafenwächter
24 Settembre 2007
40.807
15.319
Bozen
Bici
Canyon Ultimate SLX. Nome: Andrea
Salve a tutti,
quest'oggi ho portato a casa la bdc dopo una manutenzione di routine dal negozio stesso in cui gli comprai la bici. Ma mi è saltato subito all'occhio una scheggiatura proprio nel punto in cui viene fermata sul cavalletto. IL danno è proprio al centro del tubo orizzontale,tra l'altro era già presente una linea bianca che solo ora arrivo alla conclusione che si trattava sempre di un eccessivo serraggio della morsa del cavalletto. Mi farebbe piacere sapere se è capitata una cosa simile anche a qualcun'altro e come vi siete comportati per un possibile risarcimento del danno. Premetto che il telaio ha nove anni e mezzo,ma è ( o era ) in ottimo stato e si tratta di un telaio decisamente di alto livello come qualità di carbonio. grazie...
Se puoi dimostrare che lo hanno fatto loro e prima non c'era hai qualche arma, sennò ti devi rimettere alla loro onesta e viceversa cambiare meccanico.
 
  • Mi piace
Reactions: bicimix

Velovela

Novellino
25 Dicembre 2020
8
5
Italia
Bici
scott cr1 SL
Se puoi dimostrare che lo hanno fatto loro e prima non c'era hai qualche arma, sennò ti devi rimettere alla loro onesta e viceversa cambiare meccanico.
Si,gli ho già mandato le foto del danno,sabato andrò direttamente a fargli vedere i segni,discussioni ulteriori non mi va di farne. Tra l'altro molti anni addietro da un altro meccanico mi ritrovai con il cerchio aperto per un eccessivo tiraggio dei raggi,quella volta negò incredibilmente che si trattava di un suo errore! vediamo questo se ammetterà o....
 

Docste

Apprendista Scalatore
6 Giugno 2013
2.133
534
Lallazia!
Bici
Giant
Qualche anno fa portai la mia mtb presso un meccanico autorizzato Fox per la revisione della forcella. Al ritiro, su uno degli steli con rivestimento Kashima, era presente un brutto segno, una scalfitura importante. Ero certo fosse colpa del meccanico, avendola pulita il giorno prima di portargliela ed essendo io estremamente puntiglioso e maniacale. Ma lui negò ogni coinvolgimento e non ci fu nulla da fare, se non, appunto, cambiare meccanico. Non é stato l'unico episodio di (piccoli) danneggiamenti da parte di meccanici/venditori. A dirla tutta, fino ad ora non ho ancora trovato nessuno che lavori con gli scrupoli e le attenzioni che metto personalmente (pur non avendo la loro competenza) nel maneggiare le mie biciclette. Ma forse hanno ragione loro, io ne faccio una malattia per ogni righina. Fatto stá che, se posso, mi faccio tutto a casa da solo
 

zanzara

Gregario
27 Maggio 2010
572
173
Bici
una falsa magra...
A dirla tutta, fino ad ora non ho ancora trovato nessuno che lavori con gli scrupoli e le attenzioni che metto personalmente (pur non avendo la loro competenza) nel maneggiare le mie biciclette. Ma forse hanno ragione loro, io ne faccio una malattia per ogni righina. Fatto stá che, se posso, mi faccio tutto a casa da solo
Sottoscrivo anch'io questo punto di vista e, pur non avendo una grande senso pratico, mi sono imposto di imparare a fare la manutenzione della bici da solo (quanto meno quella di routine), comperando gli attrezzi necessari alla bisogna, documentandomi su intenet e chiedendo lumi qui sul forum. All'inizio anch'io come tutti mi rivolgevo ai meccanici, ma alla lunga sono dovuto giungere alle medesime conclusioni di Docste.
 

franksigna

Pignone
28 Agosto 2017
277
138
Bici
trek emonda sl canyon ultimate evo
Succede a tutti. Bisogna quando possibile imparare da soli per la manutenzione almeno, loro negano sempre e non avranno mai le tue attenzioni.
Poi se han pure molto lavoro hanno fretta e trattano le bici con superficialità. I miei graffi sulle bici all 90 % sono fatti da loro, ma ora faccio quasi tutto da me.
È una cosa generalizzata specialmente nei grossi negozi e distributori
 

EliaCozzi

Passista
2 Marzo 2016
3.771
2.876
Mozzate (CO)
www.eliacozzi.it
Bici
Costelo Aeromachine, BTwin FC7,
Salve a tutti,
quest'oggi ho portato a casa la bdc dopo una manutenzione di routine dal negozio stesso in cui gli comprai la bici. Ma mi è saltato subito all'occhio una scheggiatura proprio nel punto in cui viene fermata sul cavalletto. IL danno è proprio al centro del tubo orizzontale,tra l'altro era già presente una linea bianca che solo ora arrivo alla conclusione che si trattava sempre di un eccessivo serraggio della morsa del cavalletto. Mi farebbe piacere sapere se è capitata una cosa simile anche a qualcun'altro e come vi siete comportati per un possibile risarcimento del danno. Premetto che il telaio ha nove anni e mezzo,ma è ( o era ) in ottimo stato e si tratta di un telaio decisamente di alto livello come qualità di carbonio. grazie...

Mi spiace per quanto accaduto, ma come hanno detto gli altri sarà difficile dimostrare che sia stato il meccanico.
Questo purtroppo dimostra, sebbene qualcuno in altri 3d mi abbia scimmiottato dicendomi che al fai da te manca sempre qualcosa, che l'attenzione e la cura che ci mettiamo noi a fare manutenzione è molto difficile che ce la metta un meccanico, a meno che non sia uno altrettanto bravo e maniacale, cosa rarissima.
Non voglio allarmarti ulteriormente, ma cerca di capire se è un graffio alla vernice dovuto "semplicemente" (perdonami il termine) al fatto che il morsetto su cui l'hanno messa non aveva un rivestimento in gomma/stoffa, oppure se è dovuto a un eccessivo serraggio del morsetto, perché in un telaio in carbonio, il tubo orizzontale (come quello diagonale e il piantone) non è fatto per resistere alla compressione laterale.
 

fsol

Apprendista Passista
1 Luglio 2015
941
1
488
Bici
bianchi via nirone
Sarò la voce fuori dal coro e provoco con la mia risposta.
Avendo lavorato per molti anni come meccanico di moto, ne ho viste di tutti i colori e parecchie volte ho assistito a scene di clienti convinti che il danno (un graffio, una batteria scarica, una freccia che non funziona, un cavalletto che non torna...) l'avessimo provocato in officina, e magari la moto non era nemmeno stata spostata perché era lì per sostituire il plexiglass.
Il cliente che torna a ritirare il mezzo ha sempre le "antenne drizzate" e fa la radiografia al mezzo in cerca di difetti che, magari, in realtà c'erano già ma non aveva notato...
Non è in malafede, ma succede spesso.
Non voglio assolutamente dire che questo sia il vostro caso!
 

AndreaC1977

Apprendista Passista
16 Febbraio 2020
959
1.012
44
Umbria
Bici
TREK MADONE
Io ogni volta che dovevo andare dal meccanico ero più preoccupato di quando portavo il cane dal veterinario...
Purtroppo è vero se pieni di lavoro lavorano cronometro alla mano, in maniera molto automatica senza troppa passione...
Indi per cui ho cercato di specializzarmi io il più possibile...
Quando nn sono capace/sicuro e devo rivolgermi a loro preventivamente proteggo la bici già da casa con stracci nastrati nei punti strategici...
Da un paio d'anni ne ho trovato uno che oltre che competente essendo giovane sembra lavorare ancora con molta passione e cosa molto importante ha l'officina separata dalla zona vendita ma ampiamente a vista...
Personalmente cerco sempre di essere presente e mi piace ritirare la bici appena finito il lavoro...
Ho visto molti meccanici che lasciano le bici in attesa di intervento/appena riparate alla mercé degli altri clienti di passaggio...
Che toccano, sollevano la bici per saggiare il peso, provano i freni da fermi...
Spesso ho anche litigato con simili tipi, che devono per forza di cose toccare, scrutare...
Spezzo però una lancia anche a favore dei meccanici che devono interagire con la maggioranza dei clienti che faticano a comprendere la voce MANODOPERA...
 
  • Mi piace
Reactions: Docste

Velovela

Novellino
25 Dicembre 2020
8
5
Italia
Bici
scott cr1 SL
Secondo me con il livello di tecnologia ma nello stesso tempo anche di fragilità degli attuali telai in carbonio,parliamo ormai di migliaia di euro del prezzo del solo telaio,un'officina non dovrebbe nemmeno prendere in considerazione l'aggancio al tubo orizzontale,oltretutto anche sconsigliato dai marchi più blasonati. Ricordo quando possedevo all'incirca fine anni 90 un telaio in acciaio ma veramente bello per quei tempi,di poco superiore al chilo,lo spessore al centro dell'orizzontale era 4 decimi di millimetro,per cui c'era da prestare attenzione già allora,ora con il carbonio,telai completi da 800 grammi,non oso pensare che delicatezza ci vuole nel saperli trattare,con i guanti bianchi appunto,altrimenti la frittata è dietro l'angolo e non ti avvisa.
 

albertissimo

Apprendista Scalatore
1 Settembre 2008
2.516
968
Mestre (Ve)
Bici
Cannondale S6 Dura Ace
Io ho avuto due episodi spiacevoli (dallo stesso meccanico di zona che ha sempre il negozio pieno, ma veramente pieno, di gente).
1)- portato per regolare cambio in previsione di una settimana di bici. Finecorsa eccessivo del deragliatore e braccio interno della destra pedivella che strisciava (segnandolo irreparabilmente). Pedivella Hollowgram SL.
2)- Ritiro bici e solo a casa dopo alcune ore mi accorgo che la sella (Fizik Antares 00) ha un segno (un affossamento lungitudinale) come se fosse stato appoggiato sopra qualcosa di veramente pesante. Chiamo e mi dicono che se non fosse sparita, di riportargli la bici.
Il giorno dopo il segno era sparito.
(Si avverte ancora leggermente toccando con attenzione, ma nulla di grave).

Assieme al segno sono scomparso anche io.
Da quella volta ho iniziato a fare manutenzione ordinaria.
Per quella straordinaria mi appoggio ad ALTRO meccanico.

In ogni caso non mi capacito come QUEL meccanico lavori così tanto, avendo peraltro dei prezzi FOLLI.

Senza contare che alle prime armi tentò di rifilarmi un telaio vecchio di 2 anni (non so se nuovo o meno) spacciandomelo per l'ultimo modello.

Credo che la descrizione sia molto esplicativa della situazione.
 
  • Mi piace
Reactions: Gian Gian

jacknipper

Maglia Amarillo
9 Febbraio 2013
8.152
3.194
Bici
Colnago per la strada & Kona per il fango
Salve a tutti,
quest'oggi ho portato a casa la bdc dopo una manutenzione di routine dal negozio stesso in cui gli comprai la bici. Ma mi è saltato subito all'occhio una scheggiatura proprio nel punto in cui viene fermata sul cavalletto. IL danno è proprio al centro del tubo orizzontale,tra l'altro era già presente una linea bianca che solo ora arrivo alla conclusione che si trattava sempre di un eccessivo serraggio della morsa del cavalletto. Mi farebbe piacere sapere se è capitata una cosa simile anche a qualcun'altro e come vi siete comportati per un possibile risarcimento del danno. Premetto che il telaio ha nove anni e mezzo,ma è ( o era ) in ottimo stato e si tratta di un telaio decisamente di alto livello come qualità di carbonio. grazie...
io non ho mai visto meccanici di bici bloccare il telaio sul tubo orizzontale: reggisella o banco da lavoro sui forcellini
la riga bianca potrebbe essere semplicemente la linea di unione delle pelli e con gli anni, e l'uso, il sole ecc, è diventata più evidente: nei telai con carbonio a vista è facile vederla
questi sono alcuni spunti prima di partire in quinta contro il meccanico e detti, ovviamente, senza vedere foto del problema
 

franksigna

Pignone
28 Agosto 2017
277
138
Bici
trek emonda sl canyon ultimate evo
Non ameranno mai la bici come il suo proprietario. La vedono come merce da lavoro e certi lavoretti li fanno con superficialità. Che vuoi che sia un graffietto magari l hai fatto in qualunque momento ti dicono.
Come quando ti rigano gli sganci rapidi alla forcella.
Vado solo dai rarissimi meccanici che hanno estrema cura della bici e nel possibile faccio da solo, ho visto troppi arrosti
 

blade9722

Gregario
18 Agosto 2020
688
196
48
Milano
Bici
Tigerstone Lightweight anni '90 modificata, GT grade Carbon 105
Secondo me con il livello di tecnologia ma nello stesso tempo anche di fragilità degli attuali telai in carbonio,parliamo ormai di migliaia di euro del prezzo del solo telaio,un'officina non dovrebbe nemmeno prendere in considerazione l'aggancio al tubo orizzontale,oltretutto anche sconsigliato dai marchi più blasonati. Ricordo quando possedevo all'incirca fine anni 90 un telaio in acciaio ma veramente bello per quei tempi,di poco superiore al chilo,lo spessore al centro dell'orizzontale era 4 decimi di millimetro,per cui c'era da prestare attenzione già allora,ora con il carbonio,telai completi da 800 grammi,non oso pensare che delicatezza ci vuole nel saperli trattare,con i guanti bianchi appunto,altrimenti la frittata è dietro l'angolo e non ti avvisa.
Io lo aggancio regolarmente al tubo orizzontale, ma non lo serro, chiudo solo quanto basta per evitare che si sfili e la bici cada. Se dovessi avere necessità di bloccare il telaio allora estrarrei il canotto reggisella ed utilizzerei quello.
 

Dylanx77

Novellino
27 Agosto 2019
58
14
43
Milano
Bici
In fase di scelta
Purtroppo siamo tutti sulla stassa barca, mi è capitato raramente di lasciare la bici a dormire fuori casa e francamente fin tanto che la ritiravo e gli facevo in effetti la "radiografia" non stavo tranquillo. Purtroppo ho avuto anche brutte sorprese una volta arrivato a casa ma preferisco non dilungarmi su questo. E' vero che molti clienti sono abbastanza ossessionati e maniaci, ma io non lo vedo affatto come un difetto. La bici si può anche graffiare.. ma se sono stato io a graffiarla o rovinarla mentre me la sto godendo è un conto, se lo fa qualcun altro il discorso cambia. Fino a prova contraria ognuno deve essere responsabile delle proprie azioni, avere troppo lavoro e dover lavorare veloce non è una scusa.
E' normale che i clienti si lamentino dei meccanici, cosi come i meccanici si lamentano dei clienti, ma (parlo per me ovviamente), spesso l'acquisto di una bicicletta comporta dei sacrifici e questo spiega la grande attenzione che spesso sia ha, cosi come la si ha per l'auto, la casa, la moto... quindi lavorare in modo da evitare di rovinare il mezzo di un cliente dovrebbe essere al primo posto, io lo chiamo rispetto per le cose altrui. Non è un caso se poi diventiamo tutti autodidatti in meccanica e ci arrangiamo per conto nostro, ci si stufa anche di andare per tentativi e portare ogni volta la bici da un meccanico diverso, investendo tempo e denaro. L'unico scoglio è possedere tutti gli attrezzi necessari, ma un pezzo per volta si supera pure questo.
 

beppemarche

Novellino
22 Febbraio 2010
73
46
Tasto molto dolente. Parto dal presupposto che oggi trovare un bravo meccanico preciso e ordinato e' quasi impossibile. Anch'io ho avuto brutte esperienze con un meccanico della mia zona ( Prov. Parma), il quale una volta al ritiro della mia bici, mi accorgo che mi avevano spanato il pedale avvitato nella guarnitura. Morale : guarnitura FSA completamente da buttare. Per fortuna che me ne sono accorto subito in negozio, e una volta chiesto motivi, questo fenomeno mi aveva risposto che la guarnitura era gia cosi da prima. Quando gli ho detto che se non mi avessero risolto il problema, e' cioe' il cambio della guarnitura , in quanto da loro rotta, mi sarei recato a querelarli per danno. Subito dopo questo ha cambiato versione, prendendomi con le buone e ordinandomi la nuova guarnitura, chiaramente a spese loro. Da questo fenomeno non ho portato piu' la mia bici, in quanto lo reputo un ignorante in materia, sono solo capaci di cambiare i pezzi, e chiederti na barca di soldi. Premetto che da sto fenomeno negl'anni gli ho speso parecchi soldi, tra biciclette e materiale vario, ma evidentemente ripeto ancora sono solo capaci a ciularti dei soldi. Per fortuna che adesso i lavori piu' elementari nella bici me li faccio io, cambio pacco pignoni, nastro nuovo, cambio copertoncini, pulizia movimento centrale , cambio pattini etc. etc.
E' proprio vero che nella vita non si finisce mai di imparare e conoscere a fondo certe persone.
 

bicimix

Ammiraglia
6 Agosto 2009
21.322
1.776
ABRUZZO sulla costa adriatica!
www.strava.com
Bici
7 Tour de France consecutivi!
Purtroppo questi casi, danni causati durante manutenzione o montaggi di terze parti, non sono rari; come l’iter che ne consegue ed epilogò scontato, cioè il danno già c’era o se ammesso il dolo si tende a minimizzare il tutto magari offrendo uno sconto su qualche prodotto.
A mia memoria raramente ricordo di un risarcimento per ripristinare il tutto a regola d’arte.
Nel caso dell’utente poi stiamo parlando di un telaio, seppur di pregio, che ha già sulle spalle un po’ di anni e questo non gioca certo a suo favore per avere nel caso il giusto risarcimento.
Facendo un discorso più generale oggi è molto più facile trovare un bravo commerciante che un bravo meccanico, non perché non abbia le conoscenze tecniche, ma perché non opera con la giusta attenzione e cura ma spesso a mo di catena di montaggio.
E su Bdc dal costo di migliaia di euro specialmente quelle di ultima generazione con cavi integrati ecc ecc, basta poco per fare danno o che il montaggio finale poi non risulti funzionate il qualche sua parte, poi ci si trova a smadonare per i vari tic tac o clac o segni di qua e di la ed inizia la via crucis dal rivenditore che speso si trova tra l’incudine ed il martello del cliente e suo dipendente (meccanico).
In quasi 15 anni di Bdc ne ho girato di rivenditori/meccanici ed onestamente non è facile trovare un binomio di qualità, ma il problema non è tanto il danno in se, perché come si dici chi lavora sbaglia e la ciambella non sempre riesce con il buco, ma l’ammissione dell’errore e da qui la soluzione del danno a favore del cliente, ecco in Italia latita questo tipo di etica del lavoro.
Cioè finché va tutto bene pacche sulla spalla, sorrisi e convenevoli quando c’è un problema diventi l’amatore ossessivo compulsivo che non sa andare in Bdc, come se per giudicare un danno causato o un errato montaggio di un componente bisogna essere un ex qualcosa.
 
Ultima modifica:

Velovela

Novellino
25 Dicembre 2020
8
5
Italia
Bici
scott cr1 SL
Ciao a tutti,
per correttezza di quanto scritto inizialmente le "escoriazioni" non sono state provocate per un cavalletto a morsa in quanto loro non ne fanno uso,di questo equivoco infatti me sono scusato, evidentemente sono state causate accidentalmente da altro.
Comunque mi è stato fatto un lavoro di riverniciatura superficiale gratuito e devo dire che sono abbastanza soddisfatto del lavoro svolto,per cui la mia assistenza continuerà da loro almeno fino a quando terrò questo marchio di bici.
La mia preoccupazione era dovuta ad un fattore di sicurezza oltre che estetico anche in ragione del fatto che praticando oltre al ciclismo windsurf da molti anni anche in questo caso abbiamo a che fare con alberi in carbonio sottoposti ad una trazione ben maggiore ed alla minima scheggiatura prima o poi si spaccano all'improvviso mentre si è fuori in acqua,con tutte le conseguenze specialmente in inverno. Forse i telai delle bici in alcuni punti lasciano un minimo di margine in più per la riparazione. Grazie a tutti per le risposte a riguardo delle vostre esperienze passate.
 
  • Mi piace
Reactions: MARMAFF and Gigi27