Ernia cervicale

livestrong75

Pignone
30 Marzo 2007
101
0
Cormons (GO)
Bici
De Rosa King3
Salve a tutti, ieri ho avuto la risposta della risonanza magnetica, un'ernia cervicale tra c5-c6 e una in procinto di uscire tra c7-c8.Il mio medico curante mi ha detto che non ci sono problemi per uscire in bici, ma prima della sentenza di qualche specialista per precauzione non esco.Qualcuno di voi ha avuto questo problema?Grazie
 

RE-LEONE

Apprendista Velocista
6 Novembre 2007
1.582
27
Lucca
Bici
Caad10 black ed.
Soffro di cefalea tensiva causata da problemi alla cervicale, dovuta alla postura sbagliata a lavoro (lavoro al pc 8 ore/gg). Ti dirò da quando vado in bici mi sta molto meglio. Sarà un caso ma è così!!
 

sindaco

Apprendista Scalatore
26 Aprile 2008
2.033
62
Manfredonia
Riprendo questa discussione sperando di avere miglior fortuna di chi l'ha aperta.

A causa di un dolore nella zona scapolare che si è esteso lungo il braccio sinistro mi sono sottoposto per un mese ad una inutile terapia antinfiammatoria, cortisonica ed antidolorifica con mio rilassante associata a fisioterapia.
Visti gli scarsissimi risultati ho eseguito la risonanza magnetica del rachide cervicale con questo risultato.

Regolare l'ampiezza del canale vertebrale
Non alterazione del segnale a carico della corda midollare esaminata.
Ernia discale posteriore mediana a C4-C5, mediana paramediana destra a C5-C6 e paramediana e foraminale sinistra a C6-C7.

Domani la prima consulenza specialistica.

Qualcuno ha vissuto esperienze simili? Dovrò dire addio al ciclismo come paventato dal fisioterapista?

Spero di no. Ringrazio sin da ora chiunque vorrà rendermi partecipe della sua esperienza e delle sue conoscenze.
 

sindaco

Apprendista Scalatore
26 Aprile 2008
2.033
62
Manfredonia
effekappatì;1804847 ha scritto:
che sintomatologia hai?

Il dolore nella zona scapolare si è notevolmente affievolito mentre permane il dolore lungo tutto il braccio sinistro verosimilmente causato dalla compressione del disco sulla radice nervosa diretta al braccio.
Il dolore, tra l'altro, non è costante ma è legato ad alcuni movimenti della testa e quando arriva parte appunto dalla cervicale percorre la scapola e si allunga sul braccio sinistro e a volte giunge sino alla mano.
Di rado avverto un leggero formicolio alle dita.
In bici non vado da un mese perchè non riesco a tenere il braccio disteso sulla piega.
 

sindaco

Apprendista Scalatore
26 Aprile 2008
2.033
62
Manfredonia
Aggiungo che durante l'esecuzione della risonanza magnetica per la posizione assunta il dolore al braccio era insostenibile tanto che per renderla possibile mi hanno messo una spugnetta dietro la nuca.
 

sindaco

Apprendista Scalatore
26 Aprile 2008
2.033
62
Manfredonia
L'osteopata ed il chiropratico da me interpellati, hanno rinviato il loro eventuale intervento dopo la risonanza magnetica. Non se la sono sentiti di intervenire visto l'insuccesso delle terapia cortisonica.
Ho iniziato con massaggi associati ad antinfiammatori, poi sono sono passato al cortisone generale e mesoterapia (almeno riuscivo a dormire). ogni giorno per un mese due sedute di tens.
Nulla di nulla.
Quello che fa paura e che credo provochi il dolore al braccio sia l'ernia foraminale C6-C7
 

Peppe64

Pignone
5 Marzo 2009
271
10
Circa tre anni fa rimanevo bloccato per i dolori atroci al braccio e alla cervicale, chi mi ha tirato fuori è stato un osteopata; tutti i medicinali che ho preso non hanno risolto un bel niente. Ora sono due anni che vado in bici e corro a piedi e mai avuto più problemi.
Ti consiglio di trovare un bravo osteopata.

Buone pedalate
 

sindaco

Apprendista Scalatore
26 Aprile 2008
2.033
62
Manfredonia
Sono di Manfredonia (Foggia).
Sono disposto anche a muovermi puchè sia bravo ed efficiente.
Se puoi fornirmi qualche nominativo mi faresti cosa gradita.
Mi hanno anche consigliato l'ozono terapia.
Cosa ne pensi?
 

fla#34

Passista
10 Novembre 2007
3.997
221
Milanere (to)
Bici
Bianchi Oltre/Cinese FM 098/Mountain Scott/Sui rulli Pennarola
Eccomi quà.Da 2 anni convivo con l'ernia cervicale(c5-c6)Ho fatto la stessa trafila e per un anno non ho toccato la bici.Io ho risolto con cure cortisoniche e antidolorifici.Io ero abituato a fare i lunghi alle granfondo.Ora faccio solo i medi e mi sto montando una bdc con manubrio da mountain.Perche almeno nel mio caso il problema e la postura.Cioè la posizione del collo inclinata all'indietro,credo che per voi sia lo stesso.Ho comperato anche due reclinate ma non mi soddisfano e adesso sto cercando di venderle.Li si pedalava veramente rilassati e risolvevo ogno problema di postura,però ogni salita era una pena.Comunque a mè ogni tanto si in fiamma e devo lasciare perdere la bici per almeno un mese e ripetere tutta la cura cortisonica con tutto il collaterale compreso.
 
l'ozono terapia può essere una terapia valida, anche se personalmente la ritengo molto commerciale, per alcuni tipi di ernie. Consiste nell'infiltrare O3 O2 nel tessuto periradicolare e nei muscoli correlati al fine di vascolarizzare muscoli e connettivo e sclerotizzare il tessuto erniario (normalmente si esegue con ecoguidata).
Io mi sono Laureato a Lyon. Purtroppo non posso esserti molto di aiuto nel consigliarti qualcuno.
Credo altresì che ci possano essere validi colleghi in zona. Normalmente si va col passaparola. Potresti riferirti al ROI (registo osteopatico Italiano) per vedere qualcuno lì diplomatosi e che esercita dalle tue parti.

Mi auguro tu possa trovare presto soluzione.

Andrea
 

sindaco

Apprendista Scalatore
26 Aprile 2008
2.033
62
Manfredonia
Grazie Andrea. Sei stato prezioso e mi hai aiutato il morale.
Sulla base della tua esperienza e nel caso in cui riuscissi a risolvere il problema potrei continuare con l'agonismo senza problemi?
Il fisioterapista nutre forti dubbi in quanto la posizione in bici costringe a tenere la testa all'indietro con il facile rischio di ricaduta visto la creazione del foro nel disco.
 

fla#34

Passista
10 Novembre 2007
3.997
221
Milanere (to)
Bici
Bianchi Oltre/Cinese FM 098/Mountain Scott/Sui rulli Pennarola
Grazie Andrea. Sei stato prezioso e mi hai aiutato il morale.
Sulla base della tua esperienza e nel caso in cui riuscissi a risolvere il problema potrei continuare con l'agonismo senza problemi?
Il fisioterapista nutre forti dubbi in quanto la posizione in bici costringe a tenere la testa all'indietro con il facile rischio di ricaduta visto la creazione del foro nel disco.
Io ho sentito dirmi le tue stesse parole e ho pianto almeno per un mese.Poi ho iniziato a girare specialisti(a pagamento purtroppo)Finche uno mi ha risolto il problema.Non mollare e credici,vedrai che ne uscirai.Poi ovviamente non farai piu 10 ore consegutive di bdc.Però se riuscirai a inventarti una bici adatta a quello che vuoi tu lo potrai fare.Io ho una normale bdc per gare di al max 4 ore piu come ho detto mi sto preparando un altra bdc con il manubrio da mountain,ne ho provata una e ti posso assicurare che e un altro viaggiare come postura.Se poi vuoi stare tutte le ore che vuoi in bici prenditi una reclinata.Vai a curiosare su Slyway,e la bici che ho io.
 

sindaco

Apprendista Scalatore
26 Aprile 2008
2.033
62
Manfredonia
Eccomi quà.Da 2 anni convivo con l'ernia cervicale(c5-c6)Ho fatto la stessa trafila e per un anno non ho toccato la bici.Io ho risolto con cure cortisoniche e antidolorifici.Io ero abituato a fare i lunghi alle granfondo.Ora faccio solo i medi e mi sto montando una bdc con manubrio da mountain.Perche almeno nel mio caso il problema e la postura.Cioè la posizione del collo inclinata all'indietro,credo che per voi sia lo stesso.Ho comperato anche due reclinate ma non mi soddisfano e adesso sto cercando di venderle.Li si pedalava veramente rilassati e risolvevo ogno problema di postura,però ogni salita era una pena.Comunque a mè ogni tanto si in fiamma e devo lasciare perdere la bici per almeno un mese e ripetere tutta la cura cortisonica con tutto il collaterale compreso.

Purtroppo il cortisone non mi è stato di aiuto nella definizione del problema.
Chi ti ha consigliato il manubrio da mountain?
Il problema, a mio parere, riguarda sempre l'estensione e la posizone della testa.
Paradossalmente una posizione più inclinata verso il basso dovrebbe favorire la convivenza con la cervicale però mi rendo conto che bisogna guardare avanti e non l'asfalto.
Per questo credo che la tipologia di manubrio sia indifferente in quanto è la posizioen della testa che conta.
 

sindaco

Apprendista Scalatore
26 Aprile 2008
2.033
62
Manfredonia
Io ho sentito dirmi le tue stesse parole e ho pianto almeno per un mese.Poi ho iniziato a girare specialisti(a pagamento purtroppo)Finche uno mi ha risolto il problema.Non mollare e credici,vedrai che ne uscirai.Poi ovviamente non farai piu 10 ore consegutive di bdc.Però se riuscirai a inventarti una bici adatta a quello che vuoi tu lo potrai fare.Io ho una normale bdc per gare di al max 4 ore piu come ho detto mi sto preparando un altra bdc con il manubrio da mountain,ne ho provata una e ti posso assicurare che e un altro viaggiare come postura.Se poi vuoi stare tutte le ore che vuoi in bici prenditi una reclinata.Vai a curiosare su Slyway,e la bici che ho io.

Speriamo bene.
Terrò conto della tua esperienza. La reclinata, purtroppo, non mi attira.
Per me vanno bene anche quattro ore. (sono abbastanza)