Il 36° Giro del Trentino e il Fattore-B

xtrncpb

via col vento
8 Gennaio 2011
3.553
113
55
Milano
Bici
la mia e basta


Giro del Trentino, cominciano le grandi manovre
Kreuziger & co. in avanscoperta a Punta Veleno


[Comunicato Stampa]

Arco, 13 aprile 2012 - Il GS Alto Garda, società organizzatrice del 36° Giro del Trentino, ha diramato il nuovo elenco degli iscritti, aggiornato alla luce della decisione presa da Michele Scarponi, vincitore dell'edizione 2011, di essere anche quest'anno al via da Riva del Garda indossando dunque il dorsale numero 1 che spetta di diritto al campione uscente. Sicuramente le ultime novità hanno determinato scenari inediti in funzione del 36° Giro del Trentino (17-20 aprile) e dei candidati alla vittoria. La Lampre-ISD (con Michele Scarponi e Damiano Cunego coppia principe) appare ora molto quotata ed in grado di mettere a frutto la cronosquadre iniziale per competere alla pari con i principali avversari. Sulla carta sono BMC, Astana, Liquigas, AG2R ed Europcar le formazioni più competitive in questa prova che costituirà anche un importante banco di prova per il Giro d'Italia.

Sarà proprio la prova contro il tempo ad assegnare la prima maglia di leader, opportunità molto interessante soprattutto per quei corridori che sanno di non poter competere per la classifica nelle due giornate finali a Punta Veleno e sul Passo Pordoi, dopo la frazione di media difficoltà di Sant'Orsola Terme. Chiaro che invece le attenzioni delle squadre che sanno di avere gli uomini giusti per questo tipo di percorsi si sposta proprio sulle due giornate conclusive, dove si prevede un grande spettacolo, sperando nella clemenza del tempo (le previsioni meteo al momento non sono ottimali). D'altro canto il Giro del Trentino è ormai diventato uno di quegli appuntamenti dove si va per vincere, e non per fare la gamba: questo vale anche per i grossi calibri, che alla vigilia dell'appuntamento sembrano non voler trascurare il minimo particolare.


Roman Kreuziger a Madonna di Campiglio, nel Giro del Trentino 2011 (foto by Daniele Mosna)

Significativo in tal senso il fatto che ieri la Astana guidata dal suo capitano Roman Kreuziger sia stata vista sulle rampe di Punta Veleno (il cui fondo stradale è stato di recente rifatto per l’occasione) per un'ispezione che la dice lunga sulle ambizioni della squadra di Giuseppe Martinelli. “Non sarà solo un allenamento per il Giro d’Italia. Abbiamo una squadra competitiva – le parole di Martinelli – e abbiamo testato la salita di Punta Veleno in prospettiva della gara: vogliamo vincere il Giro del Trentino. Ci sarà anche Brajkovic, il cui programma è cambiato dopo la caduta al Giro dei Paesi Baschi. E’ uno scalatore, può essere utile sia a Kreuziger, sia a se stesso”.


Janez Brajkovic al Giro del Trentino 2009 (Photoreporter Sirotti)

Lunedì pomeriggio al Casinò di Arco le operazioni preliminari del 36° Giro del Trentino ed alle ore 16 la tradizionale conferenza stampa con i maggiori protagonisti. La corsa verrà quest’anno teletrasmessa in diretta ogni giorno da RaiSport2 e da Eurosport, ed avrà visibilità su scala mondiale, Asia compresa.

Questo il programma del 36° Giro del Trentino:

17 aprile (1a tappa, cronosquadre Riva del Garda – Arco)
diretta Raisport2 ed Eurosport ore 14:45 – 16:15 CET
18 aprile (2a tappa, Mori – Sant'Orsola Terme/Val dei Mòcheni))
diretta Raisport2 ed Eurosport ore 13:00 – 14:30 CET
19 aprile (3a tappa, Pergine/Coop Piccoli Frutti – Brenzone/Punta Veleno)
diretta Raisport2 ed Eurosport ore 14:30 – 16:00 CET
20 aprile (4a tappa, Castelletto di Brenzone – Passo Pordoi/Val di Fassa)
diretta Raisport2 ed Eurosport ore 14:30 - 16:00 CET

Sito ufficiale: www.girodeltrentino.com + Facebook + Twitter

In allegato l'elenco aggiornato degli iscritti.
 

Allegati

  • ISCRITTI GIRO DEL TRENTINO 2012.pdf
    186,3 KB · Visite: 26

xtrncpb

via col vento
8 Gennaio 2011
3.553
113
55
Milano
Bici
la mia e basta


Giro del Trentino, ultimi test sotto la pioggia
La cronosquadre nel mirino dei grandi favoriti


[Comunicato Stampa]

Arco (TN), 15 aprile 2012 - Tempo piovoso e previsioni meteo non proprio incoraggianti nell’Alto Garda, dove martedì prende il via il 36° Giro del Trentino con l’attesissima cronosquadre da Riva ad Arco. Il maltempo comunque non rallenta i preparativi per un’edizione che si annuncia in grande, con la spettacolare seconda tappa nella affascinante Valle dei Mòcheni (dove gran parte della popolazione parla ancora la lingua tradizionale) e quindi gli arrivi in quota a Punta Veleno e sul Passo Pordoi. Uno spettacolo che farà il giro del mondo, grazie alle dirette TV su Raisport2 ed Eurosport.

Comprensibile dunque che le squadre si stiano preparando con tutte le accortezze all’appuntamento e che alcune di loro abbiano già raggiunto la zona d’operazioni, anche approfittando per qualche allenamento mirato sui percorsi dell’imminente Giro d’Italia. La prima ad arrivare a Torbole è stata la Liquigas-Cannondale, e stamane Ivan Basso e compagni sono andati ad ispezionare la tappa di Falzes, mentre domattina faranno una ricognizione sul tracciato della cronosquadre della corsa rosa nella vicina Verona.

La BMC, guidata da Ballan e Phinney, ha invece provato stamane la cronosquadre di Verona, con la speranza che possa essere solo il preludio di una vittoria nella prova contro il tempo al Giro del Trentino, nella quale la BMC è indubbiamente una delle formazioni favorite, insieme a Lampre, AG2R, Liquigas-Cannondale, Astana ed anche l’Acqua&Sapone, Il cui capitano Danilo Di Luca non ha nascosto le proprie ambizioni.


Ivan Basso sarà uno dei protagonisti di questo Giro del Trentino

Domani, lunedì, ne sapremo di più, dopo le operazioni preliminari al Casinò di Arco, dove alle 16 si terrà anche la tradizionale conferenza stampa della vigilia a cui prenderanno parte il vincitore dello scorso anno Michele Scarponi, oltre a Ivan Basso, Alessandro Ballan ed al francese Pierre Rolland, vincitore sull’Alpe d’Huez all’ultimo Tour de France. Nella stessa conferenza stampa verranno presentate anche le interessanti novità tecnologiche introdotte al Giro del Trentino da Asus, nuovo e importante partner della manifestazione.

Nella serata, al Salone delle feste la serata di gala con la consegna del premio “Ciclismo Vita Mia” alla memoria di Guido Amistadi, storico fondatore del Giro del Trentino. Dopodichè, sarà la corsa a dominare la scena, come è giusto che sia.

Questo il programma del 36° Giro del Trentino:

17 aprile (1a tappa, cronosquadre Riva del Garda – Arco)
diretta Raisport2 ed Eurosport ore 14:45 – 16:15 CET
18 aprile (2a tappa, Mori – Sant'Orsola Terme/Val dei Mòcheni))
diretta Raisport2 ed Eurosport ore 13:00 – 14:30 CET
19 aprile (3a tappa, Pergine/Coop Piccoli Frutti – Brenzone/Punta Veleno)
diretta Raisport2 ed Eurosport ore 14:30 – 16:00 CET
20 aprile (4a tappa, Castelletto di Brenzone – Passo Pordoi/Val di Fassa)
diretta Raisport2 ed Eurosport ore 14:30 - 16:00 CET

Sito ufficiale: www.girodeltrentino.com + Facebook + Twitter
 

xtrncpb

via col vento
8 Gennaio 2011
3.553
113
55
Milano
Bici
la mia e basta


Giro del Trentino, crocevia della stagione nell’anno della consacrazione internazionale

[Comunicato Stampa]

Arco (TN), 16 aprile 2012 - Il vero vincitore della 36.sima edizione del Giro del Trentino potrebbe essere l’evento stesso, o forse lo è già, prima ancora che lo spettacolo cominci. La diffusione globale in diretta TV che Raisport2 ed Eurosport garantiranno ai quattro giorni di gara (da domani martedì 17 a venerdì 20 aprile) rappresenta una specie di consacrazione mondiale di una manifestazione a cui il GS Alto Garda ha saputo conferire, anno dopo anno, un appeal irresistibile. Nonostante le difficoltà del calendario, il Giro del Trentino è un crocevia irrinunciabile che di fatto collega la prima parte della stagione – imperniata sulle classiche – alla seconda, con le grandi corse a tappe che bussano alle porte, prima tra tutte il Giro d’Italia.

Ecco perché sulle strade trentine in questi giorni sarà possibile trovare uomini che hanno brillato di luce propria sulle pietre del nord (uno su tutti, Alessandro Ballan) e divoratori di salite ansiosi di misurarsi sulle grandi vette. In quanto a salite, il Giro del Trentino davvero non scherza, motivo in più per ritenerlo un serissimo esame per legittimare ogni tipo di ambizione rosa. Quattro campioni che hanno già vinto il Giro d’Italia (tre sul campo: Ivan Basso, Damiano Cunego e Danilo Di Luca; uno a tavolino, Michele Scarponi) non a caso sono tra i favoriti, ma sulla loro strada si profilano almeno altrettanti assi stranieri che sembrano avere tutte le carte in regola: il ceko Roman Kreuziger, il francese Pierre Rolland, l’altro francese John Gadret e il venezuelano Josè Rujano.


Damiano Cunego e Michele Scarponi in azione al Giro del Trentino 2011

In un evento che diventa sempre più internazionale (con squadre dal Canada, dalla Colombia e addirittura dalla Cina), molti corridori quotati possono chiarire le proprie ambizioni e fissare meglio i propri traguardi per la stagione. Ad esempio Cunego (recordman di vittorie al Giro del Trentino, con 3 successi finali) potrebbe trovare qui un’occasione di rilancio, come il suo compagno di squadra Michele Scarponi riprendere il filo di un discorso iniziato su queste strade con il successo di un anno fa. Basso e Di Luca hanno entrambi bisogno di una vittoria pesante.

A tutti loro, ed agli avversari stranieri, il Giro del Trentino offre due trampolini speciali nelle giornate conclusive: prima la salita di Punta Veleno, già diventata un’icona del ciclismo estremo, poi il Passo Pordoi. A queste due sfide spietate si arriverà attraverso la crono a squadre inaugurale da Riva ad Arco e la tappa sui saliscendi nervosi fino a Sant’Orsola Terme, cuore della eterea Valle dei Mòcheni. In pratica, un confronto di quattro giorni senza momenti di respiro, dunque un test probante per corridori completi e squadre che si suppone siano attrezzate per sostenerli adeguatamente.

Difficilmente la cronosquadre, data la distanza contenuta, produrrà danni irreparabili, ma la prova sarà ingrata per molti, e questo sarà un altro termometro per misurare la febbre da Giro d’Italia. Astana, BMC e Liquigas partono un gradino più su delle altre. Lampre, AG2R e NetApp si profilano come autorevoli outsider; agli altri, presumibilmente, basterà non prenderle.
Ma sono in tanti ad aver fame di vittorie, dunque non si scherza più. Ecco cosa rende il 36° Giro del Trentino diverso da molte gare che l’hanno preceduto. Cunego, Nibali, Basso, Vinokourov e Scarponi sono i nomi degli ultimi cinque vincitori, e dall’aria che tira si presume che il prossimo non farà rimpiangere chi l’ha preceduto. Intanto in Trentino piove ma non fa freddo, si annunciano giornate inclementi ma non neve. Il quadro meteo forse inasprirà la fatica ma difficilmente altererà i valori in campo. Il migliore, o i migliori, non tarderanno a venir fuori. E nessuno dirà: sono qui per prepararmi. Vorranno vincere, il resto non conta.

Questo il programma del 36° Giro del Trentino:

17 aprile (1a tappa, cronosquadre Riva del Garda – Arco)
diretta Raisport2 ed Eurosport ore 14:45 – 16:15 CET
18 aprile (2a tappa, Mori – Sant'Orsola Terme/Val dei Mòcheni))
diretta Raisport2 ed Eurosport ore 13:00 – 14:30 CET
19 aprile (3a tappa, Pergine/Coop Piccoli Frutti – Brenzone/Punta Veleno)
diretta Raisport2 ed Eurosport ore 14:30 – 16:00 CET
20 aprile (4a tappa, Castelletto di Brenzone – Passo Pordoi/Val di Fassa)
diretta Raisport2 ed Eurosport ore 14:30 - 16:00 CET

Sito ufficiale: www.girodeltrentino.com + Facebook + Twitter
 

xtrncpb

via col vento
8 Gennaio 2011
3.553
113
55
Milano
Bici
la mia e basta


Il Giro del Trentino nell’era digitale
Da domani il foglio-firma elettronico


[Comunicato Stampa]

Arco (TN), 16 aprile 2012 - Un Giro del Trentino senza frontiere, né geografiche, né tecnologiche. Grande animazione quest’oggi al Casinò di Arco per le operazioni preliminari e la rituale conferenza stampa della vigilia. Lo vocazione internazionale di questo evento, giunto alla 36.sima edizione, viene esaltata dalla diretta TV in tutto il mondo che da domani su Raisport2 ed Eurosport. Molto internazionale anche la partecipazione che coinvolge squadre provenienti da Europa, Asia, Nord e Sudamerica.

Ma la novità assoluta è quella che è sta annunciata alla vigilia da Asus, nuovo partner tecnologico del Giro del Trentino, che da domani introdurrà in via sperimentale la firma digitale del foglio di partenza, un’applicazione di assoluta avanguardia probabilmente destinata a diffondersi velocemente nel mondo del ciclismo.

“Lo sport è un contesto che interessa la nostra azienda – ha spiegato Alessandro Basso, Country Product Manager di Asus – e questa tecnologia apre nuovi orizzonti nell’utilizzo dei tablet”. I campioni presenti alla conferenza hanno sperimentato per primi la novità e ne sono risultati positivamente impressionati.


Michele Scarponi prova il nuovo sistema di firma digitale

Ovviamente si è parlato anche della corsa, e il vincitore dell’ultima edizione Michele Scarponi ha lasciato intendere che qui non si scherza: “Va bene che tutti pensano al Giro d’Italia – ha spiegato – ma questa è una gara che non perdona, percorsi impegnativi e salite dure. Di questa Punta Veleno mi dicono che sia davvero terribile”.

Una prospettiva che spaventa un po’ anche Ivan Basso, indietro nella preparazione suo malgrado: “Cadere due volte in pochi giorni picchiando sempre lo stesso ginocchio non mi ha facilitato le cose. Ho lavorato tantissimo nelle ultime settimane e spero che qui in Trentino si comincino a vedere i frutti”. Reduce da due podii nelle classiche del nord, Alessandro Ballan guarda invece alla crono a squadre “che è una grossa opportunità per la mia squadra, ed io proverò a fare del mio meglio”.

Ultimissime della vigilia. Il tempo sembra leggermente migliorare, anche se le previsioni ancora rimangono poco incoraggianti. Raisport2 trasmetterà la cronosquadre in diretta nonostante lo sciopero dei giornalisti, ovviamente senza commento; la corsa live anche su Eurosport. La trasmissione in diretta avrà inizio alle ore 14.45 CET.

L’ordine di partenza della crono a squadre vedrà la Colombia-Coldeportes prima formazione a prendere il via alle 14.45, l’ultima sarà la NetApp.

Sito ufficiale: www.girodeltrentino.com + Facebook + Twitter

In allegato l'elenco aggiornato dei partenti e l'ordine di partenza della Cronosquadre.
 

Allegati

  • Giro_del_Trentino_2012_Elenco_Partenti.pdf
    185,7 KB · Visite: 2
  • Giro_del_Trentino_2012_Ordine_Partenza_Cronosquadre.pdf
    69,7 KB · Visite: 3

mabon12

Apprendista Cronoman
7 Aprile 2008
3.670
287
Bolzano
www.marcobonatti.it
Bici
Non sono mai abbastanza!
Io ho intenzione di andare a vedere il passaggio in cima a Punta Veleno (se ne vedranno delle belle!!! :wacko:) e l'arrivo al Pordoi: peccato per il meteo, anch'io lo vedo a rischio.
 

BRUSS

Pignone
23 Maggio 2009
296
50
Bici
Ridley Crosswind
Sinceramente non so su che discussione sia più corretto porre il mio post, ma poco importa....portiamo l'Acqua&Sapone e Stefano Garzelli al Giro!!!

Anche alla luce della crono di oggi: non mi spingo più a dire se a discapito della Farnese o piuttosto della NetApp, ma credo sia doveroso farlo!!!

Sarà demagogia? Forse, ma non si può accettare che un Campione a fine carriera che ha dimostrato già di valere molto e sapersi sacrificare moltissimo debba accettare l'appetibilità mediatica di "qualcuno" che dopo un raggio di sole nel mezzo di un temporale ha dimostrato soltanto moltissima encomiabilissima "buona volontà"!!!

Il mio, sia chiaro, rimane sempre e comunque, il semplice e democratico pensiero di un appassionato di ciclismo!!!
 

xtrncpb

via col vento
8 Gennaio 2011
3.553
113
55
Milano
Bici
la mia e basta
Purtroppo le squadre per il Giro sono quelle, non ritengo possibile che qualcuno cambi qualcosa per includere l'Acqua & Sapone.
La cosa mi spiace, perchè Garzelli ha molti fans e rappresenta una buona fetta di storia del Giro.
Ma si sa... business is business...
 

Iceman

Apprendista Velocista
22 Febbraio 2008
1.407
52
Camelot
Bici
Legend IL RE, Scott SCALE
Mi raccomando giovedì quando Scarponi si pianta a Punta Veleno chiamatemi, visto che non ha fatto la ricognizione e ritiene di decidere la gara sulle "rampe" del Pordoi :rosik:
 

lufrenk

Maglia Amarillo
22 Settembre 2007
8.755
87
in un angolo della liguria
Bici
super6 evohm
e' sconcertante l'approssimazione e la scarsa professionalità nell'affrontare una cronosquadre....ho visto fare delle cose oggi che manco alla Versilia ho visto fare....sicuramente con tutta quella salita non sarà determinante,ma è veramente comico vedere affrontare le curve o lo sparpaglio di alcune squadre alla partenza o nelle ripartenze dopo una curva.
 

mich74

Apprendista Velocista
19 Febbraio 2005
1.417
2
47
Arco di Trento
Bici
bici
ero all'arrivo della crono, ero vicino al falco savoldelli, faceva la cronaca di ogni team avendo la tv davanti con la diretta....troppo simpatico e bravo...
andrò a vederli sulla punta veleno salita che adoro
 

ios66

Apprendista Velocista
8 Maggio 2009
1.209
112
dosso (FE)
Bici
Specialized Tarmac,Specialized stumpjumper 29 Kona jake the snake
Condivido gli ultimi 2 post!

Veramente poca professionalita' da parte di alcuni top team.

Colgo l'occasione per augurare un grosso in bocca al lupo all'amico Miguel Rubiano Chavez e a tutta la sua squadra,Miguel ogni tanto esce in bici con noi,venerdi sera si era fuori a cena assieme,e' veramente un bravo ragazzo e secondo me anche un bel corridore,domenica si e' messo a disposizione della squadra,quando secondo me avrebbe anche potuto giocarsi le sue carte in un arrivo a ranghi ristretti come si e' verificato al il giro dell'Appennino.

In bocca al lupo Miguel!
 

xtrncpb

via col vento
8 Gennaio 2011
3.553
113
55
Milano
Bici
la mia e basta


La BMC Racing rispetta il pronostico
Taylor Phinney primo leader in Trentino


[Comunicato Stampa]

Arco (TN), 17 aprile 2012 - Ha il volto giovane di Taylor Phinney e i colori della BMC Racing Team il primo leader del 36° Giro del Trentino. Lo statunitense è stato il primo atleta della squadra diretta da Maximilian Sciandri a tagliare il traguardo della cronosquadre Riva-Arco, dopo 14,3 km percorsi in 15’50”. Chi si aspettava Marco Pinotti o l’ex campione del mondo Alessandro Ballan, comunque, è rimasto sorpreso dall’arrivo in testa al treno rossonero del giovane Phinney, che già in passato – Parigi-Roubaix in ultimo – non ha mancato di mettersi in mostra.



Terminata la lunga vigilia del Giro del Trentino più atteso di sempre, sono stati il tanto invocato sole e un elevato numero di appassionati lungo il percorso ad accompagnare le performance dei 17 team in gara. E a vincere, come da pronostico, la BMC Racing Team: la squadra americana ha messo a frutto la grande esperienza in queste prove come le caratteristiche di specialisti come Pinotti, chiudendo con il tempo di 15.50 e distanziando di 10 secondi il Team Astana di Roman Kreuziger (positiva la prova dei kazaki) e la sorprendente Colnago-CSF di Domenico Pozzovivo. Buono anche il tempo della Acqua&Sapone, quinta a 16 secondi dai vincitori. Più indietro invece la Liquigas di Ivan Basso (16’09”) e la Lampre di Scarponi e Cunego (16’13”), quest’ultima penalizzata dalla caduta di Lloyd e Possoni poco dopo la metà percorso.


Taylor Phinney raggiante sul podio

“Sono felice di aver conquistato la maglia di leader grazie a una bella prova di squadra – ha dichiarato Taylor Phinney in italiano, lingua appresa nei tre anni passati in Italia con la famiglia da ragazzo. Un Paese al quale è profondamente legato, e che anche stavolta gli ha portato fortuna. “Partivamo da favoriti, e tutto è andato per il verso giusto. Il percorso era estremamente adatto alle mie caratteristiche: completamente pianeggiante e con il vento a favore siamo riusciti a sviluppare ottime velocità, e i nostri automatismi hanno fatto la differenza”.

“Non era previsto che passassi primo sul traguardo – prosegue l’americano, figlio d’arte di papà Davis e mamma Connie Carpenter – ma dopo la lunga tirata di Pinotti mi sono messo davanti pensando solo a dare tutto per staccare il miglior tempo”. Phinney sa che sarà dura mantenere il simbolo del primato, ma spera “di poterlo cedere a uno dei miei compagni, che sia Pinotti, Ballan o Santaromita”.

Italiano perfetto anche per Roman Kreuziger, che plaude alla buona performance dell’Astana, confermando le ambizioni del team ma confessando di voler correre da gregario: “Siamo soddisfatti della nostra gara e, ovviamente di aver conquistato la maglia di leader del Gpm. Se posso vincere il Trentino? Ho programmato i miei obiettivi un po’ più in là nella stagione, ma sicuramente voglio dare una mano a Braijkovic”.

Chi può gioire di un terzo posto forse inatteso è la Colnago-CSF. Angelo Pagani, maglia amaranto di leader dei traguardi volanti, conferma: “Puntavamo a limitare i secondi di distacco dai primi e ci siamo riusciti benissimo. Il risultato odierno è importante per Domenico Pozzovivo, in prospettiva classifica generale”, le sue parole.

Domani la seconda tappa, da Mori a Sant’Orsola Terme per 152 km. Partenza ore 9.45. Diretta Raisport2 ed Eurosport ore 13:00 – 14.30 CET.

Sito ufficiale: www.girodeltrentino.com + Facebook + Twitter

In allegato le classifiche della Cronosquadre e la Classifica Generale.
 

Allegati

  • Ordine_d'arrivo_tappa_1.pdf
    116,2 KB · Visite: 2
  • Classifica_Generale_dopo_1_tappa.PDF
    1,5 MB · Visite: 3

xtrncpb

via col vento
8 Gennaio 2011
3.553
113
55
Milano
Bici
la mia e basta
Oggi bella vittoria di Damiano Cunego.
Mi pare stia abbastanza bene, la sua pedalata era molto efficace.

Domani Punta Veleno.
Cunego l'ha definita la salita più dura d'Europa, con pendenze in alcuni punti peggiori dello Zoncolan.
Ha detto che monterà il 34x29... porka boia...
 

ios66

Apprendista Velocista
8 Maggio 2009
1.209
112
dosso (FE)
Bici
Specialized Tarmac,Specialized stumpjumper 29 Kona jake the snake
Con tutta la stima che ho per Cunego,a cui auguro domenica di vincere a Liegi,non puo' dichiarare che domenica e' stato sfortunato!

Caro Damiano te la sei cercata,ringrazia che il nordico non ti abbia messo le mani in testa.

Stesse parole da parte di Martinello,non puoi dichiarare che finora Cunego e la Lampre sono stati sfortunati.

Complimenti per la vittoria di oggi,ma smettete di parlare di sfortuna.
 

xtrncpb

via col vento
8 Gennaio 2011
3.553
113
55
Milano
Bici
la mia e basta


Damiano Cunego si ritrova nella sua terra promessa

[Comunicato Stampa]

Sant’Orsola Terme (TN), 18 aprile 2012 - Damiano Cunego ha una terra che gli porta fortuna, e quella terra è il Trentino. Qui ha colto le sue prime vittorie da professionista, e ben tre volte si è aggiudicato il Giro del Trentino. Oggi il veronese della Lampre-ISD ha lasciato intendere che potrebbe esserci anche un quarto successo, dopo essersi aggiudicato in modo perentorio la seconda tappa del 36° Giro del Trentino, da Mori a Sant’Orsola Terme, battendo allo sprint il colombiano Carlos Alberto Betancur (Acqua&Sapone) e il ceko Roman Kreuziger (Astana).
Lo svizzero Mathias Frank (BMC) è il nuovo leader della classifica generale.


Damiano Cunego sul traguardo

Cunego non vinceva da quasi un anno: l’ultimo suo successo risaliva alla seconda tappa del Giro di Svizzera 2011. In questa stagione, aveva colto un secondo posto al G.P. di Lugano e un terzo posto nella settima tappa del Giro di Catalogna.

Considerando che le grandi salite debbono ancora venire (domani Punta Veleno, venerdì Passo Pordoi), il Giro del Trentino si preannuncia severissimo, visto che la tappa apparentemente meno difficile (quella che oggi si è conclusa a Sant’Orsola Terme) in realtà ha già provocato una dura selezione. A farne le spese, tra gli uomini di classifica, Ivan Basso (giunto a 1’50”) e Danilo Di Luca (il cui ritardo ha superato i quattro minuti), mentre Domenico Pozzovivo e Josè Rujano sono almeno riusciti a limitare i danni.

Il freddo sicuramente ha complicato la giornata, visto che nella discesa del Passo Redebus i corridori hanno incontrato anche qualche fiocco di neve ed alcuni si sono fatti trovare impreparati, e senza mantellina, pagandone poi le conseguenze. Ma la corsa, monopolizzata dalla lunga avventura di Marco Frapporti nella prima parte, è stata resa dura dalle squadre più forti, in particolare la Lampre-ISD con Cunego e Scarponi in prima fila con il prezioso Niemec a supporto.


I leader del Giro del Trentino

Il primato in classifica resta comunque alla BMC, sebbene la maglia sia passata dalle spalle di Taylor Phinney a quelle dello svizzero Mathias Frank, con appena 3” di margine su Kreuziger e 7” su Betancur. “Dopo la nostra bella vittoria di ieri nella cronosquadre, oggi un’altra prova importante, io e Marco Pinotti eravamo davanti e siamo contentissimi di aver mantenuto la maglia. Certo, domani è un’altra storia…”, ha detto lo svizzero.

Anche Cunego guarda a Punta Veleno con dichiarato timore: “Sono andato a vederla: è davvero una salita micidiale. Ha ragione chi l’ha definita più severa dello Zoncolan. Ma intanto mi godo questa vittoria, ci voleva dopo tanti piazzamenti e la sfortuna che si è accanita su di me all’Amstel. Guardo avanti con ottimismo, ho una grande squadra, ed oggi si è visto”.

Domani, giovedì, la terza tappa parte dalla Cooperativa Piccoli Frutti a Pergine e si conclude a Punta Veleno / Brenzone (loc. Prada) dopo 167,8 km, diretta TV su Raisport2 ed Eurosport dalle 14.30.

Sito ufficiale: www.girodeltrentino.com + Facebook + Twitter

In allegato le classifiche della 2° tappa e la Classifica Generale.
 

Allegati

  • Ordine_d'arrivo_tappa_2.xls
    95 KB · Visite: 2
  • Classifica_Generale_dopo_2_tappa.xls
    95 KB · Visite: 0