Iniziare ma...non so nuotare!

iamdak

Novellino
19 Maggio 2011
37
1
Biella
Visita sito
Bici
MTB bottecchia da cambiare al più presto
Ciao a tutti! Come avrete capito dal titolo non so nuotare, ma siccome non ho fretta (anche se a 19 anni vorresti spaccare il mondo :mrgreen: ) mi sono dato due anni di tempo prima di tentare una gara. Premesso che in bici e di corsa me la cavo abbastanza bene (almeno questo...) e che magari romperò il ghiaccio con un pò di duathlon, in due anni si può imparare a nuotare in maniera tale da arrivare in fondo alla frazione di nuoto in una posizione decente? ;nonzo%

Vi ringrazio e spero di potervi incontrare ad una gara...un giorno! :)
 

Baracus

Apprendista Velocista
13 Novembre 2004
1.616
88
Mi (Cinisello Beach)
Visita sito
Bici
Time
Dunque... non sai nuotare, ok! Ma in acqua alta ci stai oppure hai paura?

Perche' se hai paura dell'acqua, la vedo dura... mooolto!
Parlo cosi' perchè ho imparato a nuotare tardi e la paura dell'acqua alta mi e' rimasta...

Mai e poi mai sarei capace di avventurarmi in acque libere, con onde, gente che sgomita, etc..

Pero' se non hai questa paura, penso che in 4/5 anni dovresti essere capace di imparare a nuotare "decentemente", sapendo gestire respirazione, energie etc...

In bocca al lupo!!!
 

simonecannelli

Apprendista Velocista
5 Agosto 2010
1.677
28
49
San Benedetto del Tronto
Visita sito
Bici
Look 795; Venge McLaren
Ciao a tutti! Come avrete capito dal titolo non so nuotare, ma siccome non ho fretta (anche se a 19 anni vorresti spaccare il mondo :mrgreen: ) mi sono dato due anni di tempo prima di tentare una gara. Premesso che in bici e di corsa me la cavo abbastanza bene (almeno questo...) e che magari romperò il ghiaccio con un pò di duathlon, in due anni si può imparare a nuotare in maniera tale da arrivare in fondo alla frazione di nuoto in una posizione decente? ;nonzo%

Vi ringrazio e spero di potervi incontrare ad una gara...un giorno! :)

In due anni, anzi per essere esatti, in 22 mesi, da zero assoluto in nuoto (ho fatto i primi 100m di seguito dopo 2 mesi) ho fatto frazione nuoto a Zurigo IM 10g fa in 1h21' comprendendo anche due pause x pipi' :mrgreen: Non e' certo un gran tempo, pero' personalmente una grande soddisfazione, tempo totale 11h3' per il mio esordio...pero' impegno impegno impegno nel nuoto, sempre 3 volte a settimana di cui 1 con (d)istruttrice o-o
 

gipsy

Scalatore
6 Agosto 2004
6.113
2.105
Visita sito
Ciao a tutti! Come avrete capito dal titolo non so nuotare, ma siccome non ho fretta (anche se a 19 anni vorresti spaccare il mondo :mrgreen: ) mi sono dato due anni di tempo prima di tentare una gara. Premesso che in bici e di corsa me la cavo abbastanza bene (almeno questo...) e che magari romperò il ghiaccio con un pò di duathlon, in due anni si può imparare a nuotare in maniera tale da arrivare in fondo alla frazione di nuoto in una posizione decente? ;nonzo%

Vi ringrazio e spero di potervi incontrare ad una gara...un giorno! :)

c'è gente che ha iniziato a nuotare più tardi di te e che il nuoto dell'ironman lo fa senza problemi sotto l'ora. ovviamente dipende da quanto sei predisposto; non ti resta che iscriverti ad un corso di nuoto per adulti e vedere come te la cavi
;)
 

POD4PASSION

Pedivella
24 Giugno 2010
451
0
Gessate
Visita sito
Bici
advanced pro
Io alla tenera età di 40 anni ho iniziato a nuotare e dopo 1 anno mi sono iscritto al giro di mont'isola (10km di nuoto).

Se hai volontà piu arrivare dappertutto, quindi forza e coraggio dacci dentro e....non mollare mai :angrymod:
 

marconovelli

Apprendista Scalatore
21 Ottobre 2005
2.473
9
www.lostigres.it
Prima cosa non avere fretta. Avendo 19 anni (credo 1993) ti consiglierei di evitare le gare giovanili , lì il livello a nuoto è altissimo, nuotando a 1'30"/100 di media rischi di uscire tra gli ultimi dall'acqua. Sei ancora in una età in cui hai ampi margini di miglioramento. Tecnica, tecnica, tecnica, solo con quella puoi migliorare. Non dare retta a Pod, si è iscritto alla 10 km e ci ha messo una vita, un conto è saper nuotare , un conto trascinarsi per km e km a velocità imbarazzanti. Fare 3.8 km in 1.21' non è nuotare, è un successo personale visto che magari si è partiti da zero, ma con le cose fatte bene in 1 anno quel tempo di fa comodamente. Nuotare 2-3 volte alla settimana sono poche, naturalmente il tutto dipende dai tuoi obiettivi, per fare l'age group e stare a galla va benissimo , se vuoi nuotare forte come Gipsy devi fare di più
 
P

pirata_Sempre

Guest
Prima cosa non avere fretta. Avendo 19 anni (credo 1993) ti consiglierei di evitare le gare giovanili , lì il livello a nuoto è altissimo, nuotando a 1'30"/100 di media rischi di uscire tra gli ultimi dall'acqua. Sei ancora in una età in cui hai ampi margini di miglioramento. Tecnica, tecnica, tecnica, solo con quella puoi migliorare. Non dare retta a Pod, si è iscritto alla 10 km e ci ha messo una vita, un conto è saper nuotare , un conto trascinarsi per km e km a velocità imbarazzanti. Fare 3.8 km in 1.21' non è nuotare, è un successo personale visto che magari si è partiti da zero, ma con le cose fatte bene in 1 anno quel tempo di fa comodamente. Nuotare 2-3 volte alla settimana sono poche, naturalmente il tutto dipende dai tuoi obiettivi, per fare l'age group e stare a galla va benissimo , se vuoi nuotare forte come Gipsy devi fare di più

Marco sei un pochettino duro..non so poi cosa ti sei detto con Pod, ma anche con te stesso...1h21m a Zurigo non mi sembra affatto un brutto tempo, certo i Pro uscivano dopo 50 minuti, non so cosa pretendi da te stesso ma io con un tempo di 1 e 21 sarei uscito dall'acqua soddisfatto...
 

Mulo

Apprendista Velocista
16 Giugno 2008
1.698
11
Nonantola
Visita sito
Prima cosa non avere fretta. Avendo 19 anni (credo 1993) ti consiglierei di evitare le gare giovanili , lì il livello a nuoto è altissimo, nuotando a 1'30"/100 di media rischi di uscire tra gli ultimi dall'acqua. Sei ancora in una età in cui hai ampi margini di miglioramento. Tecnica, tecnica, tecnica, solo con quella puoi migliorare. Non dare retta a Pod, si è iscritto alla 10 km e ci ha messo una vita, un conto è saper nuotare , un conto trascinarsi per km e km a velocità imbarazzanti. Fare 3.8 km in 1.21' non è nuotare, è un successo personale visto che magari si è partiti da zero, ma con le cose fatte bene in 1 anno quel tempo di fa comodamente. Nuotare 2-3 volte alla settimana sono poche, naturalmente il tutto dipende dai tuoi obiettivi, per fare l'age group e stare a galla va benissimo , se vuoi nuotare forte come Gipsy devi fare di più


Le parole saranno dure, ma quello che scrive su come si approccia al nuoto sono sacrosante.
Credo anche sia il metodo più produttivo per non ammazzarsi di lavoro e avere delusioni cocenti.


Esperienza personale: Mi sono preso un periodo dove l'obiettivo e uscire dal nuoto sempre meglio e sto andando a nuotare 6 volte settimana.
Come test, su uno sprint fatto sabato, ho tolto più di un minuto sullo sprint, abbantendo abbondantemente il muro dei 13'.
Ancora è un tempo lontano dai buoni, ma so di essere sulla retta via:mrgreen:
 

POD4PASSION

Pedivella
24 Giugno 2010
451
0
Gessate
Visita sito
Bici
advanced pro
Le parole saranno dure, ma quello che scrive su come si approccia al nuoto sono sacrosante.
Credo anche sia il metodo più produttivo per non ammazzarsi di lavoro e avere delusioni cocenti.


Esperienza personale: Mi sono preso un periodo dove l'obiettivo e uscire dal nuoto sempre meglio e sto andando a nuotare 6 volte settimana.
Come test, su uno sprint fatto sabato, ho tolto più di un minuto sullo sprint, abbantendo abbondantemente il muro dei 13'.
Ancora è un tempo lontano dai buoni, ma so di essere sulla retta via:mrgreen:

Quindi come consiglieresti di cominciare al nostro amico 19enne che vorrebbe imparare a nuotare o-o
 

Mulo

Apprendista Velocista
16 Giugno 2008
1.698
11
Nonantola
Visita sito
Quindi come consiglieresti di cominciare al nostro amico 19enne che vorrebbe imparare a nuotare o-o

Ciao POD.
Dai miei errori personali, credo che la prima cosa sia quella di usare la testa!

Do un senso a quello che ho scritto sopra. Il miglioramento fisico e l'adattamento è utile, ma bisogna imparare a non "combattere" con l'acqua, ma a percepire le resistenze che si fanno all'avanzamento, se la bracciata è efficace e simmetrica e così via.
Ho iniziato che giravo a 2'05"/100m, lim lima, lavorando solo su ripetute sono arrivato a 1'42 - 1'40 ritmo 800m. Di più non riuscivo.
Ho iniziato, con l'aiuto del mio allenatore che ora purtopppo mi guarda sporadicamente e vedere cosa non andava. Mi sono fatto riprendere in acqua. Da li ho visto che avevo marcatamente un recupero che mi faceva incrociare e il tronco non era dritto.

1° Step: ex sul recupero a gomito alto.
Da li ho notato, che se arrivi portare la bracciata fino in fondo (vicino all'anca) il recupero risultava molto migliore e il gomito usciva prima della mano.
2°Step: Contando le mie bracciate, prima e dopo, le ho ridotte di 4 - 5 sui 50m sul passo, portandole da 52 a 46 -48.
3° Step:
Il tricipite, non eseguendo la bracciata completa non era abiutato a lavorare come si deve, allora ho focalizzato l'attenzione al movimento e ho tolto anche l'indolenzimento.

Questo appunto sotto una supervisione saltuaria, ma che cercavo di monitorare con i video, e con la fidanzata che mi riprendeva pazientemente o-o
Tutto questo a me è servito ed è una valutazione personale. Però, allenarsi con la testa credo sia una valore assoluto.
 

POD4PASSION

Pedivella
24 Giugno 2010
451
0
Gessate
Visita sito
Bici
advanced pro
Ciao POD.
Dai miei errori personali, credo che la prima cosa sia quella di usare la testa!

Do un senso a quello che ho scritto sopra. Il miglioramento fisico e l'adattamento è utile, ma bisogna imparare a non "combattere" con l'acqua, ma a percepire le resistenze che si fanno all'avanzamento, se la bracciata è efficace e simmetrica e così via.
Ho iniziato che giravo a 2'05"/100m, lim lima, lavorando solo su ripetute sono arrivato a 1'42 - 1'40 ritmo 800m. Di più non riuscivo.
Ho iniziato, con l'aiuto del mio allenatore che ora purtopppo mi guarda sporadicamente e vedere cosa non andava. Mi sono fatto riprendere in acqua. Da li ho visto che avevo marcatamente un recupero che mi faceva incrociare e il tronco non era dritto.

1° Step: ex sul recupero a gomito alto.
Da li ho notato, che se arrivi portare la bracciata fino in fondo (vicino all'anca) il recupero risultava molto migliore e il gomito usciva prima della mano.
2°Step: Contando le mie bracciate, prima e dopo, le ho ridotte di 4 - 5 sui 50m sul passo, portandole da 52 a 46 -48.
3° Step:
Il tricipite, non eseguendo la bracciata completa non era abiutato a lavorare come si deve, allora ho focalizzato l'attenzione al movimento e ho tolto anche l'indolenzimento.

Questo appunto sotto una supervisione saltuaria, ma che cercavo di monitorare con i video, e con la fidanzata che mi riprendeva pazientemente o-o
Tutto questo a me è servito ed è una valutazione personale. Però, allenarsi con la testa credo sia una valore assoluto.

Ciao Mulo, il tuo nik mi piace è un po il "il senso della vita"

percepisco pero da quelloc he scrivi che ti basi "ovviamente" dalle tue esperienze personali, credo pero che come valore "assoluto" in ogni divertimento ci sia la soddisfazione personale.

Nello sport in generale, (gioco individuale o a squadra) credo che se dovesse mancare il divertimento o la soddisfazione dei risultati raggiunti, niente potrebbe portare un amatore ad andare avanti sulla sua strada.

il 90% di tutti coloro che si mettono in gioco nello sport non hanno le capacità fisico mentali per poter eccellere nella disciplina.

quindi a mio pensiero non influenzato dal risultato ultimo raggionte credo che per quanto riguarda "iniziare" sia bene che si cominci con il gusto del "piacere" tutto il resto..... è in piu.

Ecco perchè credo che ogni post aggiuntivo di Marconovelli sia un danno irreversibile per qualsiasi sport o-o
 

marconovelli

Apprendista Scalatore
21 Ottobre 2005
2.473
9
www.lostigres.it
Caro pod, i miei giudizi sono tecnici, rispondo in maniera tecnica in base ai miei studi e conoscenze, non per sentito dire. Se mi chiedi cosa devi fare per imparare a nuotare te lo dico , mulo ha scritto cose importanti e assolutamente veritiere. Qui chi ha portato esperienze personali sei tu, tra l'altro esperienze che hanno dato scarsi risultati in termini prestativi, quindi direi da evitare. Quando si parla di sport si parla di agonismo, quando ci si mette un pettorale, per quanto in pochi lo ammettano, si bada alla prestazione che per la maggior parte coincide con la soddisfazione . Quanti basano il loro giudizio su una gara in base al loro risultato? Come ho già scritto per "nuotare" a certi ritmi e fare certi tempi non serve allenarsi, quindi quando mi dici "solo per terminare" allora ti rispondo "non serve allenarsi". Dal momento in cui mi dici terminare bene, allora ti dico che "nuotare" a 1'50"/2' di media sui 100m non è nuotare, perchè chi ha un minino di tecnica nemmeno facendo solo gambe va così piano. Non lo dico io ma lo dice l'evidenza, stare a galla è un conto, nuotare è un altro. Da tecnico giovanile consiglio ad un ragazzo di 19 anni che vuole avvicinarsi al triathlon di nuotare, nuotare , nuotare, Mulo ha c'entrato il discorso della tecnica: ammazzarsi di ripetute non serve a nulla, se non hai la basi non vai avanti . Poi se vuoi raccontare le favole fai pure, ma con quelle la gente si fa solo male!
 

BEM1974

Apprendista Passista
15 Giugno 2011
1.156
34
Visita sito
Bici
TREK DOMANE SL 6 DISC
Prima cosa non avere fretta. Avendo 19 anni (credo 1993) ti consiglierei di evitare le gare giovanili , lì il livello a nuoto è altissimo, nuotando a 1'30"/100 di media rischi di uscire tra gli ultimi dall'acqua. Sei ancora in una età in cui hai ampi margini di miglioramento. Tecnica, tecnica, tecnica, solo con quella puoi migliorare. Non dare retta a Pod, si è iscritto alla 10 km e ci ha messo una vita, un conto è saper nuotare , un conto trascinarsi per km e km a velocità imbarazzanti. Fare 3.8 km in 1.21' non è nuotare, è un successo personale visto che magari si è partiti da zero, ma con le cose fatte bene in 1 anno quel tempo di fa comodamente. Nuotare 2-3 volte alla settimana sono poche, naturalmente il tutto dipende dai tuoi obiettivi, per fare l'age group e stare a galla va benissimo , se vuoi nuotare forte come Gipsy devi fare di più
Non pratico triathlon ma visto che si parla di nuoto.....in effetti il ragionamento di marconovelli è giusto 1h 21 su 3,8km è altino perchè vorrebbe dire sui 35min ai 1500 più o meno...
comunque la via da seguire è 1 sola:
1 iscriversi ai corsi di nuto per imparare la tecnica...se fai da autodidatta sei già taglaito fuori dal poter minimamente saper nuotare
2 una volta appresa la tecnica e la coordinazione giusta cominciare ad intensificare le distanze senza pensare alle andature e poi se tutto è andato bene ..cominciare un minimo di allenamento
Poi , non lo dico per scoraggiarti sia chiaro, purtroppo NON nuoterai mai come chi ha praticato nuoto agonistico da giovane e magari si dedica al triathlon..per il semplice motivo che non riuscirai mai ad acquisire quell'acquaticità che si acquisisce solo nuotando fin da piccoli specialmente nelle distanze più lunghe, mentre nel ciclismo e corsa penso che ci siano ..forse ..meno problemi
 

POD4PASSION

Pedivella
24 Giugno 2010
451
0
Gessate
Visita sito
Bici
advanced pro
Ciao a tutti! Come avrete capito dal titolo non so nuotare, ma siccome non ho fretta (anche se a 19 anni vorresti spaccare il mondo :mrgreen: ) mi sono dato due anni di tempo prima di tentare una gara. Premesso che in bici e di corsa me la cavo abbastanza bene (almeno questo...) e che magari romperò il ghiaccio con un pò di duathlon, in due anni si può imparare a nuotare in maniera tale da arrivare in fondo alla frazione di nuoto in una posizione decente? ;nonzo%

Vi ringrazio e spero di potervi incontrare ad una gara...un giorno! :)

@ bem

iam chiede se è possibile in 2 anni nuotare in maniera decente.

Se un ragazzo chiede di nuotare decentmente prima di tutto è necessario che si diverta altrimenti si iscrive ad un corso di gruppo paga l'iscrizione e dopo 3 volte non segue piu.

Per imparare a nuotare decentemente e io credo di esserci riuscito, (in quanto i 1500 in A2 riesco a nuotarli sotto i 30' ) 2 anni sono piu che sufficienti, basta impegnarsi e crederci.

Un corso l'ho fatto pure io (anzi 2) ma prima di iscrivermi ho voluto capire se questo sprt poteva piacermi.
 

marconovelli

Apprendista Scalatore
21 Ottobre 2005
2.473
9
www.lostigres.it
@ bem

iam chiede se è possibile in 2 anni nuotare in maniera decente.

Se un ragazzo chiede di nuotare decentmente prima di tutto è necessario che si diverta altrimenti si iscrive ad un corso di gruppo paga l'iscrizione e dopo 3 volte non segue piu.

Per imparare a nuotare decentemente e io credo di esserci riuscito, (in quanto i 1500 in A2 riesco a nuotarli sotto i 30' ) 2 anni sono piu che sufficienti, basta impegnarsi e crederci.

Un corso l'ho fatto pure io (anzi 2) ma prima di iscrivermi ho voluto capire se questo sprt poteva piacermi.


Pod, quando si parla di certi argomenti bisogna prima di tutto essere qualificati e avere fatto studi poi soprattutto dare consigli sensati e non dannosi. Tu i 1500m non li fai in 30' nemmeno in Vo2max, ci sono le classifiche che parlano, sei uscito sempre tra gli ultimi dall'acqua con tempi bibblici. Per nuotare decentemente (poi è da vedere cosa si intende per decentemente) la strada è una sola: farsi seguire da istruttore e lavorare sulla tecnica. Quello che da solo FORSE faresti in 2 anni, con un istruttore lo fai in 5-6 mesi. Il nuoto è uno sport quasi totalmente tecnico, senza quella non vai da nessuna parte. Il tuo consiglio "Se un ragazzo chiede di nuotare decentmente prima di tutto è necessario che si diverta altrimenti si iscrive ad un corso di gruppo paga l'iscrizione e dopo 3 volte non segue piu" è proprio l'esempio di cosa NON SI DEBBA CONSIGLIARE ad una persona e dimostra le tue lacune in materia. Uno per imparare deve divertirsi? Quando insegni a nuotare ai bambini piccoli fai fare anche tanti giochi tipo scivolo, tuffi nei cerchi ecc per farli giocare (non sto a spiegarti l'aspetto ludico nell'insegnamento giovanile perchè altrimenti facciamo notte) a un 19nne cosa vuoi far fare? Lo facciamo giocare con lo scivolo e le paperelle? Io non so che lezioni private tu abbia preso, ma sono tutto fuorchè noiose , con istruttori dai musi lunghi in sitle fascista ! Prova a chiedere a chi sa nuotare cosa consiglia , le tue risposte sanno un po' come chiedere di diete ad un obeso .
 

POD4PASSION

Pedivella
24 Giugno 2010
451
0
Gessate
Visita sito
Bici
advanced pro
Pod, quando si parla di certi argomenti bisogna prima di tutto essere qualificati e avere fatto studi poi soprattutto dare consigli sensati e non dannosi. Tu i 1500m non li fai in 30' nemmeno in Vo2max, ci sono le classifiche che parlano, sei uscito sempre tra gli ultimi dall'acqua con tempi bibblici. Per nuotare decentemente (poi è da vedere cosa si intende per decentemente) la strada è una sola: farsi seguire da istruttore e lavorare sulla tecnica. Quello che da solo FORSE faresti in 2 anni, con un istruttore lo fai in 5-6 mesi. Il nuoto è uno sport quasi totalmente tecnico, senza quella non vai da nessuna parte. Il tuo consiglio "Se un ragazzo chiede di nuotare decentmente prima di tutto è necessario che si diverta altrimenti si iscrive ad un corso di gruppo paga l'iscrizione e dopo 3 volte non segue piu" è proprio l'esempio di cosa NON SI DEBBA CONSIGLIARE ad una persona e dimostra le tue lacune in materia. Uno per imparare deve divertirsi? Quando insegni a nuotare ai bambini piccoli fai fare anche tanti giochi tipo scivolo, tuffi nei cerchi ecc per farli giocare (non sto a spiegarti l'aspetto ludico nell'insegnamento giovanile perchè altrimenti facciamo notte) a un 19nne cosa vuoi far fare? Lo facciamo giocare con lo scivolo e le paperelle? Io non so che lezioni private tu abbia preso, ma sono tutto fuorchè noiose , con istruttori dai musi lunghi in sitle fascista ! Prova a chiedere a chi sa nuotare cosa consiglia , le tue risposte sanno un po' come chiedere di diete ad un obeso .

Tu non puoi continuare con i toi attacchi personali ho gia richiesto l'intervento del moderatore e continuerò a farlo fino a quando non la smetterai da solo.

I tempi si prendono in piscina con distanza regolare e se dico che i 1500 li finisco in meno di 30' è cosi.

Perchè se dovessi tenere conto delle gare i 10km ad esempio di mont'isola li ho finiti in 3h11'.
L'unica gara organizzata da te e da allora non ho mai piu partecipato a tue gare ho fatto il record italiano sui 750 mt.

Tornando ai corsi..ho partecipato ad un corso collettivo per 2 volte e tutte e 2 le volte si è partiti con 4 corsie con almeno 10 partecipanti e dopo 3 volte si è arrivati a 2 corsie con circa 8 partecipanti.
 
Ultima modifica:

marconovelli

Apprendista Scalatore
21 Ottobre 2005
2.473
9
www.lostigres.it
Tu non puoi continuare con i toi attacchi personali ho gia richiesto l'intervento del moderatore e continuerò a farlo fino a quando non la smetterai da solo.

I tempi si prendono in piscina con distanza regolare e se dico che i 1500 li finisco in meno di 30' è cosi.

Perchè se dovessi tenere conto delle gare i 10km ad esempio di mont'isola li ho finiti in 3h11'.
L'unica gara organizzata da te e da allora non ho mai piu partecipato a tue gare ho fatto il record italiano sui 750 mt.

Tornando ai corsi..ho partecipato ad un corso collettivo per 2 volte e tutte e 2 le volte si è partiti con 4 corsie con almeno 10 partecipanti e dopo 3 volte si è arrivati a 2 corsie con circa 8 partecipanti.

Nessun attacco personale, ti ripeto che ci sono classifiche che parlano, sei sempre andato oltre i 2'/100m a parte due gare che erano corte (basta gaurdare i tempi degli altri in gara) e comunque sempre tra le ultime posizioni. TI RIPETO, stai dando informazioni SBAGLIATE: qui si parla di ISTRUTTORE non di CORSI COLLETTIVI. Le cose sono diverse e nel primo caso si impara a nuotare subito, nel secondo ci vuole tempo ed è più dispersivo. Per curiosità, che studi hai fatto e che qualifiche hai ?
 
P

pirata_Sempre

Guest
Non pratico triathlon ma visto che si parla di nuoto.....in effetti il ragionamento di marconovelli è giusto 1h 21 su 3,8km è altino perchè vorrebbe dire sui 35min ai 1500 più o meno...
comunque la via da seguire è 1 sola:
1 iscriversi ai corsi di nuto per imparare la tecnica...se fai da autodidatta sei già taglaito fuori dal poter minimamente saper nuotare
2 una volta appresa la tecnica e la coordinazione giusta cominciare ad intensificare le distanze senza pensare alle andature e poi se tutto è andato bene ..cominciare un minimo di allenamento
Poi , non lo dico per scoraggiarti sia chiaro, purtroppo NON nuoterai mai come chi ha praticato nuoto agonistico da giovane e magari si dedica al triathlon..per il semplice motivo che non riuscirai mai ad acquisire quell'acquaticità che si acquisisce solo nuotando fin da piccoli specialmente nelle distanze più lunghe, mentre nel ciclismo e corsa penso che ci siano ..forse ..meno problemi

1h21m in un IM non è un tempo così malvagio, non si sta nuotando in piscina in una corsia dove al massimo ci sono altre 3 o 4 persone, ma in un lago con le correnti dove almeno altri 1800 se non di più sbracciano intorno a te, dove è facile perdere la traiettoria e quindi ogni tanto la testa dall'acqua per visualizzare le boe la devi tirare fuori; se poi non parti davanti (i pro al massimo hanno davanti uno che nuota alla stessa velocità o giù di lì) ma quando entri in acqua hai già davanti un centinaio di persone sbraccianti allora fare il proprio ritmo diventa ancora più difficile...su una distanza IM io tra un allenamento in piscina ed una prova in gara ho 10-15 minuti di differenza, purtroppo a discapito della gara...
 

Clodovico

Mago di Otz
30 Ottobre 2006
14.555
647
Milano Milano
Visita sito
Bici
Feathery Princess & Dark Mistress
Signori non ho idea come sempre di quali strane dinamiche ci siano nel mondo del Triathlon, mondo che mi guarderei bene dal frequentare viste le innumerevoli imbeccate personali che sembra generare.

Pultroppo di casi analoghi ne abbiamo avuti molti, e alla fine queste diatribe personali si sono sempre risolte con dei ban a lungo periodo per i "contendenti".

Avete una scelta, tra l'ignorarvi e il continuare a litigare e venire esclusi dal forum. Vedete voi.
 
Ultima modifica:

lucagt

Apprendista Cronoman
21 Giugno 2007
3.041
46
Visita sito
Bici
Argon18 Gallium, Argon18 E118 e Merida 905 powercrankizzata
Provo a riportare la discussione nei ranghi anche se è difficile....
Allora, se vuoi essere appena competitivo nelle distanze corte è inevitabile un nuoto di un livello abbastanza buono, se invece ti interessa far distanza lunga ci si può accontentare anche di una frazione più scarsa in quanto "pesa" meno nell'ottica della gara. Ovviamente non parlo per i primi che devono avere sempre tutte le frazioni belle consistenti.

Da lunghista purtroppo la coperta è corta. Migliorare nel nuoto costa tanto tempo, fatica e forse anche soldi in lezioni private &co.
La scelta spesso è se accontentarsi di vivacchiare tra 1h10/1h20' cercando di non naufragare in terza frazione, il problema del triatleta medio, oppure se investire energie e tutto il resto per provare a dare una svolta alla tecnica in acqua.

Checchè se ne racconti non è sempre detto che spaccarsi di tecnica o altro porti per forza a miglioramente clamorosi. C'è chi toglie in tempi ragionevoli 15' sui 3.8 e chi rimane al palo.....

Non c'è chi ha torto e chi ha ragione, se si fa distanza lunga bisogna ragionarci e decidere cose si può e si vuole fare. Anche trascurare il nuoto facendo solo del fondo per uscire con tempo alto ma riposati può essere una ragionevole come costo/beneficio.

Se invece si fanno distanze corte, ahimè, penso che sia inevitabile pensare di passare parecchio tempo in acqua.

Opinabilissimo parere personale di scarso atleta, soprattutto in acqua