Le nostre bici in titanio

tiziano

Gregario
1 Novembre 2007
626
256
Capannori-Lucca
Visita sito
Bici
Trek èmonda SL6
Cercando nella sezione dedicata al titanio, non ho trovato nessuna discussione per presentare i nostri grigi mezzi.

Provo a cominciarla io...

Telaio Nevi Classic guarnita di componenti Shimano e Mavic.

Con Mavic Ksyrium Es.
picture.php


Con Mavic Cosmic Premium.
picture.php


Resto in attesa dei vostri mezzi.....anche per scovare qualche particolare o migliorìa da fare.

o-o
 

kar38

Recordman
23 Ottobre 2010
33.234
549
Visita sito
Bici
si grazie
vado leggerissimamente off topic

premetto che le bici in titanio hanno un fascino tutto particolare


però vorrei sapere xkè non vengono usate dalle grandi squadre è solo una questione di sponsor che ovviamente i piccoli artigiani non possono garantire rispetto ai grandi produttori di bici o rispetto al carbonio sono "inferiori"?
 

Ciclo

Apprendista Velocista
27 Luglio 2009
1.591
18
Visita sito
vado leggerissimamente off topic

premetto che le bici in titanio hanno un fascino tutto particolare


però vorrei sapere xkè non vengono usate dalle grandi squadre è solo una questione di sponsor che ovviamente i piccoli artigiani non possono garantire rispetto ai grandi produttori di bici o rispetto al carbonio sono "inferiori"?

Se cerchi c'è già stata una discussione sul tema proprio in questa sezione. Non penso sia opportuno andare fuori tema...
 

tiziano

Gregario
1 Novembre 2007
626
256
Capannori-Lucca
Visita sito
Bici
Trek èmonda SL6
però vorrei sapere xkè non vengono usate dalle grandi squadre è solo una questione di sponsor che ovviamente i piccoli artigiani non possono garantire rispetto ai grandi produttori di bici o rispetto al carbonio sono "inferiori"?

Penso si tratti di un problema di costi elevati e scarso ritorno commerciale (prezzi elevati dei telai "top" e mercato orientato sul carbonio).

L'ultima squadra, che ricordo, fornita di telai in titanio è la Lotto di Robbie McEwen, che correva con telai Litespeed Ghisallo attorno alla stagione 2002.

L'ultima vittoria "importante", sempre a mio ricordo, è la Parigi Roubaix del 2004 con Magnus Backstedt, che correva in sella ad una Bianchi Matta in titanio, appositamente preparata per la classica del pavè.
o-o
molto bella complimentio-o

Grazie, molto gentile!o-o


stupenda!!!!!!complimentoni.QUANTO PESA MONTATA COSì COME IN foto?

Grazie per i complimenti.o-o

Montata con le Ksyrium Es pesa circa 7,7 kg, compresi i pedali taglia XL.

Il gruppo è un "miscuglio"...deragliatore e pignoni DuraAce 7800, guarnitura e catena DuraAce 7900, comandi e cambio posteriore Ultegra 6700.
I freni sono una coppia di Kcnc Cb1, veramente "light" (165 gr la coppia) e ottimamente funzionali, in particolare da quando li ho abbinati ad una coppia di pattini Swisstop verdi.

Con le Cosmic il peso sale di quasi mezzo kg.
 
S

skylite

Guest
L'ultimo arrivato.....Il RE....in ogni senso.

peso intorno ai 6.6 kg con pedali e portaborraccia.

Spettacolo! Mi complimento anche per come la hai montata, tutto perfetto tranne l'attacco Fsa os99, secondo me troppo "commerciale" rispetto al resto dei componenti.
Che misura è ? Se posso, il prezzo del solo telaio?
Complimenti ancora, magari qualche riga su come ti trovi sarebbe davvero gradita.o-o
 

fabione1

Pignone
17 Agosto 2009
289
34
Visita sito
Bici
Conti
Cercando nella sezione dedicata al titanio, non ho trovato nessuna discussione per presentare i nostri grigi mezzi.

Provo a cominciarla io...

Telaio Nevi Classic guarnita di componenti Shimano e Mavic.

Con Mavic Ksyrium Es.
picture.php


Con Mavic Cosmic Premium.
picture.php


Resto in attesa dei vostri mezzi.....anche per scovare qualche particolare o migliorìa da fare.

o-o
Salve Tiziano, il Nevi è davvero un bel telaio.....preferisco la versione montata con le R Sys a profilo basso, ma solo perchè non mi picae la ruota ad alto profilo con la pista in alluminio.
Per il resto come ti trovi? Il Nevi era una delle opzioni quando ho scelto il titanio come materiale di costruzione del telaio.
E' bellissima in ogni caso.
 

fabione1

Pignone
17 Agosto 2009
289
34
Visita sito
Bici
Conti
Spettacolo! Mi complimento anche per come la hai montata, tutto perfetto tranne l'attacco Fsa os99, secondo me troppo "commerciale" rispetto al resto dei componenti.
Che misura è ? Se posso, il prezzo del solo telaio?
Complimenti ancora, magari qualche riga su come ti trovi sarebbe davvero gradita.o-o

Ti invito alla discussione in merito al RE....magari ci trovi pure qualosa in più o-o
[url]http://www.bdc-forum.it/showthread.php?t=114687[/URL]

Riporto, copiandolo, quanto ho scritto qualche giorno fà...


I primi mille....
..chilometri con IL RE.

Dopo i primi mille chilometri con Il RE, posso dire di avere fatto una scelta di cui sono pienamente soddisfatto.
Ho avuto per 5 anni un Passoni Ray Carbon venduto per acquistare la Legend e ho tuttora una De Rosa EOS trovata usata ad una cifra ridicola.
Confesso che ero molto incerto se acquistare IL RE perchè con la Passoni mi trovavo benissimo e spesso continuava ad essere la preferita sebbene nel frattempo, incuriosito dalle performace del carbonio, l'avevo affiancata con una DOGMA.
Onestamente non pensavo si potesse realizzare un telaio in titanio cosi reattivo. Nulla a che vedere con la seppure ottima Passoni e men che meno con la De Rosa.
In salita, anche spingendo rapporti da 40 pedalate al minuto, il movimento centrale è fermo e rigido, trasmettendo alla ruota tutta la spinta impressa dalle mie gambe. In questo è molto simile alla Dogma.
IL RE coniuga le doti di rigidezza di un buon telaio in carbonio con la scorrevolezza tipica del titanio anche d'annata.
Onestamente, con le tre bici in titanio usate le rugosità della strada vengono assorbite in modo leggermente differente. Le prestazioni in generale cambiano poco e direi sono troppo dipendenti da variabili come la qualità dei copertoncini e/o dei tubolari usati per poter esprimere un giudizio sulla resa dei tre telai. Sicuramente, IL RE è il più corsaiolo dei tre proprio per il suo carattere intrinseco. Quando ci sei sopra viene sempre voglia di spingere.
Il De Rosa porta ad una guida più rilassata proprio per la sua risposta meno immediata alla spinta.
IL RE spicca anche in discesa veloce. La guida è sempre neutra, anche con vento laterale a raffica si riesce ad avere un controllo della guida senza reazioni improvvise anche utilizzando ruote ad alto profilo.
Scenda in piega con naturalezza, specialmente nei tornanti, dopo la prima impostazione,magari con ancora i freni in azione, si riesce a chiudere a centro curva spostando sia il corpo verso il basso (tipo moto) sia buttando giù la bici di forza rimanendo più dritto con il corpo, mollando i freni appena si può allargare in sicurezza. In questi frangenti, il telaio in titanio emerge rispetto al DOGMA perchè le strade non sono dei biliardi, anzi, e la capacità do assorbire le asperità consente di mentenere un controllo maggiore anche in caso di strada sconnessa.
Il cervello deve essere sempre collegato ovviamente, però un mezzo che rimane più attaccato a terra trasmette più feeling rispetto ad una bici molto rigida ma che saltella continuamente e porta ad irridirsi sulla sella.

Se la Dogma è effettivamente una bestiolina da corsa, IL RE non è da meno come reattività, ma a fronte di un peso leggermente più alto, è sensibilmente più comodo sulle lunghe distanze specialmente se ad utilizzarlo è un ciclista come il sottoscritto, leggermente sovrappeso, allenato quanto basta per una gran fondo lunga ma senza alcuna velleità di classifica.
Dopo mille chilometri, penso di poter affermare di essere soddisfatto per avere scelto un mezzo adatto a fare lo scatto con i compagni d'uscita del fine settimana ma anche comodo se i chilometri diventano a tre cifre.
Ciao
 

tiziano

Gregario
1 Novembre 2007
626
256
Capannori-Lucca
Visita sito
Bici
Trek èmonda SL6
Salve Tiziano, il Nevi è davvero un bel telaio.....preferisco la versione montata con le R Sys a profilo basso, ma solo perchè non mi picae la ruota ad alto profilo con la pista in alluminio.
Per il resto come ti trovi? Il Nevi era una delle opzioni quando ho scelto il titanio come materiale di costruzione del telaio.
E' bellissima in ogni caso.

Dal Gennaio 2008 nessun problema riscontrato, macina km senza batter ciglio.
Il telaio è discretamente confortevole, le differenze, rispetto al carbonio che avevo prima (telaio Viner Mitus 2007), si cominciano ad apprezzare dopo 3/4 ore in sella...quando il mio fondoschiena inizia a ringraziare.
Nonostante si tratti di un telaio "economico" mi stà dando soddisfazione (al momento dell'acquisto ero indeciso tra la Nevi Classic e la Rewel).

Le ruote nella foto sono una coppia di Ksyrium Es, la prossima spesa sarà proprio per quelle, probabilmente una coppia di assemblate o le DuraAce c24.....vedrò il portafoglio cosa mi dirà.....



L'ultimo arrivato.....Il RE....in ogni senso.

peso intorno ai 6.6 kg con pedali e portaborraccia.

Difficile fare meglio! Dal telaio passando per i componenti.
Congratulazioni.o-o