Restauro conservativo Olmo Gentleman - WIP

20 Maggio 2021
9
1
34
Varese
Bici
None
Ciao a tutti,
ho acquistato una vecchia Olmo Gentleman. Dalle ricerche effettuate dovrebbe essere del 1978/1979.
Monta cambio campagnolo nuovo gran sport, guarnitura-serie sterzo-movimento centrale ofmega, freni weinmann, ruote fiamme, mozzi campagnolo, ruota libera regina extra 5v e manubrio/pipa 3ttt.
So che non é una bici particolarmente preziosa o rara ma quando sono andato a vederla sono rimasto subito colpito dal suo colore (allego qualche foto).
Vorrei cimentarmi per la prima volta in un restauro conservativo.
Ho aperto questa nuova discussione per tenere una sorta di "diario" dei vari progressi e per chiedere di volta in volta aiuto/consigli ai più esperti quando non saprò come procedere.
La bici è rimasta ferma per oltre 20 anni, anche se ci sono dei punti di ruggine non mi sembra messa malissimo..ovviamente sarà necessaria tanta pazienza e un bel po' di olio di gomito ma il bello è proprio quello.
A presto

IMG_20210528_185805.jpg IMG_20210528_185800.jpg IMG_20210528_185813.jpg IMG_20210528_185832.jpg IMG_20210528_185834.jpg IMG-20210522-WA0039.jpg IMG-20210522-WA0037.jpg IMG-20210522-WA0035.jpg
 
20 Maggio 2021
9
1
34
Varese
Bici
None
RIMOZIONE COMPONENTI
Primo aggiornamento e primi problemi riscontrati.
Dopo aver annaffiato con litri di WD40 super sbloccate tutte le viti ed i bulloni e lasciato agire per una notte ho iniziato a rimuovere tutto i componenti dal telaio.
Freni, ruote, cavi, manubrio e ruota libera non mi hanno creato molti problemi.
Ora la note dolenti:
- tappi che coprono i bulloni delle pedivelle. Uno si é svitato senza problemi, l altro invece era completamente bloccato. Come inmmaginerete alla fin fine il foro per la la brugola si è spanato.
Non ho potuto far altro che fare dei micro fori su tutta la circonferenza e poi con un punzone picchiare e svitare poco alla volta. Il tappo purtroppo è da buttare, dovrò cercare un nuovo set.
- bulloni delle pedivelle. Anche in questo caso uno dei due si è svitato senza problemi. L altro a furia di riprovare si è spezzato. Sono riuscito a rimuovere ugualmente le pedivelle ed il movimento centrale. Ora devo trovare un modo per rimuovere la parte del bullone ancora inserita nel movimento centrale. Ho provato anche a fare un piccolo intaglio con il dremel per cercare di svitare con il cacciavite ma non si schioda di un millimetro. Avete qualche idea/consiglio?

IMG_20210601_205827.jpg IMG_20210601_205831.jpg IMG_20210603_181152.jpg IMG_20210603_182903.jpg
 

Gienky

Pignone
5 Luglio 2011
134
77
Lugano
Bici
Pinarello e Wittson
RIMOZIONE COMPONENTI
Primo aggiornamento e primi problemi riscontrati.
Dopo aver annaffiato con litri di WD40 super sbloccate tutte le viti ed i bulloni e lasciato agire per una notte ho iniziato a rimuovere tutto i componenti dal telaio.
Freni, ruote, cavi, manubrio e ruota libera non mi hanno creato molti problemi.
Ora la note dolenti:
- tappi che coprono i bulloni delle pedivelle. Uno si é svitato senza problemi, l altro invece era completamente bloccato. Come inmmaginerete alla fin fine il foro per la la brugola si è spanato.
Non ho potuto far altro che fare dei micro fori su tutta la circonferenza e poi con un punzone picchiare e svitare poco alla volta. Il tappo purtroppo è da buttare, dovrò cercare un nuovo set.
- bulloni delle pedivelle. Anche in questo caso uno dei due si è svitato senza problemi. L altro a furia di riprovare si è spezzato. Sono riuscito a rimuovere ugualmente le pedivelle ed il movimento centrale. Ora devo trovare un modo per rimuovere la parte del bullone ancora inserita nel movimento centrale. Ho provato anche a fare un piccolo intaglio con il dremel per cercare di svitare con il cacciavite ma non si schioda di un millimetro. Avete qualche idea/consiglio?

Vedi l'allegato 287580 Vedi l'allegato 287581 Vedi l'allegato 287582 Vedi l'allegato 287584
Ti serve un estrattore, tipo questo:

 
20 Maggio 2021
9
1
34
Varese
Bici
None
20 Maggio 2021
9
1
34
Varese
Bici
None
PULIZIA TELAIO
oggi mi sono dedicato alla pulizia del telaio. Armato di WD40 e lana di roccia 0000 ho ripulito per bene tutto il telaio. Che ve ne pare?
Come potete vedere dalle foto ci sono dei punti di ruggine o comunque dei punti dove é saltata la vernice.
sui punti scoperti o arrugginiti volevo applicare l antiruggine owatrol. Questo prodotto una volta asciutto lascia una superficie fin troppo lucida, per ovviare a ciò dopo 24 ore ho letto che si potrebbe asportare il prodotto non ancora asciutto per evitare l effetto lucido. A vostro avviso è corretta la cosa o posso limitarmi ad applicare il polish su tutto il telaio?

Per quanto riguarda le cromature della forcella, dato che erano molto rovinate ho passato prima la mola (spazzola metallica) e poi rifinito con lana di roccia 0000. La superficie risulta ancora un po' rovinata e bucherellata. Dubito possa esser ripristinata. La mia intenzione era passarci della pasta tipo polish. Non so se posso migliorare ulteriormente quelle cromature.

IMG_20210605_160201.jpg IMG_20210605_160152.jpg IMG_20210605_160146.jpg IMG_20210605_160141.jpg IMG_20210605_155651.jpg IMG_20210605_155647.jpg IMG_20210605_155623.jpg IMG_20210605_121028.jpg IMG_20210605_121011.jpg
 
Ultima modifica:

gio.max

Novellino
12 Marzo 2013
8
6
Piacenza
Bici
tutta roba in acciaio ignorante
A quanto pare le Olmo Gentleman, benché di scarso valore, le trovo spesso in vendita online sui mercatini ultimamente.
Bici sicuramente non al pari di marchi più da collezionare, tipo Colnago e simili, ma ovviamente si portano via ad un altro prezzo.
La mia era sulla via per essere venduta a peso, salvata in extremis e rimessa praticamente a nuovo, in previsione di usarla per l'Eroica ad ottobre.
Telaio e cromature ripuliti con WD40, polish, paglietta e panno.
Ogni graffio l'ho lasciato in bella vista, il risultato finale è di tipo "relic" e attira l'attenzione a chi la guarda.
La uso spesso per girare, benché la posizione dei freni sia molto scomoda rispetto ad una moderna, specie se non hai le mani grandi per andare a prendere le leve... :-( infatti vorrei provare a cambiargli posizione più verso il basso per vedere se riesco a trovare una soluzione migliore (a tal proposito si accettano consigli).
 

Allegati

  • 20200605_191807.jpg
    20200605_191807.jpg
    596,5 KB · Visite: 22

molo70

Apprendista Passista
15 Giugno 2014
955
126
Parma
Bici
Vitus 992 - Olmo Link - Cinelli Proxima - Alan super record - Colnago Altain - Giant Cadex CFR1

molo70

Apprendista Passista
15 Giugno 2014
955
126
Parma
Bici
Vitus 992 - Olmo Link - Cinelli Proxima - Alan super record - Colnago Altain - Giant Cadex CFR1
A quanto pare le Olmo Gentleman, benché di scarso valore, le trovo spesso in vendita online sui mercatini ultimamente.
Bici sicuramente non al pari di marchi più da collezionare, tipo Colnago e simili, ma ovviamente si portano via ad un altro prezzo.
La mia era sulla via per essere venduta a peso, salvata in extremis e rimessa praticamente a nuovo, in previsione di usarla per l'Eroica ad ottobre.
Telaio e cromature ripuliti con WD40, polish, paglietta e panno.
Ogni graffio l'ho lasciato in bella vista, il risultato finale è di tipo "relic" e attira l'attenzione a chi la guarda.
La uso spesso per girare, benché la posizione dei freni sia molto scomoda rispetto ad una moderna, specie se non hai le mani grandi per andare a prendere le leve... :-( infatti vorrei provare a cambiargli posizione più verso il basso per vedere se riesco a trovare una soluzione migliore (a tal proposito si accettano consigli).

Come si fa con le bici dei bambini, specie G1 e G2; infili il filo del freno nella leva e prima di infilarlo nella guaina metti un comunissimo bulloncino che farà spessore sulla battuta
Il risultato è che la leva è più vicina al manubrio, pur mantenendo tutte le regolazioni del freno (potrebbe tintinnare quando freni perché il bulloncino balla sul filo, se dà noia metti un paio di OR a misura di cavo che tengono il bullone in posizione)