Trek Madone 9 SLR Icon Disc Di2 Autoassemblata

Ipercool

Ciociaro
Membro dello Staff
13 Agosto 2012
10.805
6.078
59
Atina (Fr)
Bici
Trek (alcune)
Trek Madone SLR Icon Di2 disc

Dopo aver a lungo atteso che Trek mi facesse una biciletta che potesse degnamente sostituire la mia cara RSL distrutta in un incidente un anno fa, sono finalmente entrato in possesso del nuovo telaio.

Ho scelto la versione disc, ovviamente, ed altrettanto ovviamente l’ho montata Di2. Nonostante il costo esagerato ho scelto la colorazione Icon bianco perla con scritte rosse.

Il telaio e la bicicletta che ne è venuta fuori sono bellissimi, almeno per me, che poi è quello che conta visto che la devo usare io…

Il prezzo di listino di questo telaio con attacco, piega e reggisella è molto più elevato di ottime biciclette complete montate in maniera simile. Non parliamo poi del costo teorico di questo esemplare decisamente esagerato.

Ho potuto accedere a questa soluzione per via del mio solito “spacciatore” che ha accettato permute molteplici, comprese la Boone che ho usato nell’ultimo anno montata 9070 idraulico ed il telaio danneggiato della mia RSL. Diversamente non avrei avuto le risorse necessarie.
Lo ringrazio dunque pubblicamente.

Unboxing
Nella scatola ci sono un sacco di pezzi, come al solito per le Madone compreso un ottimo manuale per l’assemblaggio, non che sia difficile, ma ci sono alcune cose “diverse” per cui un manuale è utile anche agli addetti ai lavori (cosa che io non sono…).

Veniamo invece alle cose che nel kit telaio NON ci sono: Di significativo mancano i perni passanti delle ruote, da 12mm e che sono anche standard strano avendo filetto da 1,75 invece che da 1,5 e sono lunghi 122 e 166mm. Mancano anche i Gusci di fissaggio della sella, da procurarsi per rails metallici o in carbonio. Il resto che ci si aspetterebbe ci sia in effetti c’è. Ci sono anche i catarifrangenti da attaccare davanti e dietro… c’è un set completo di accessori BlendR per collegare computer telecamere, luci ecc.

Montaggio
Il montaggio ricalca quello della Madone precedente, i passaggi interni (tutto passa all’interno ovunque) non sono complessi ma dotarsi di un set di passacavi (Tipo Park Tool IR-1) è opportuno. Unici passaggi più delicati sono quelli di fuoriuscita delle tubazioni idrauliche dalla piega.

Il dente di cane in dotazione è molto raffinato.

Ho riutilizzato le ruote che avevo sulla Boone, delle WR con mozzi Carbon Ti, ho dovuto convertire i mozzi, l’anteriore da perno 15 a perno 12 ed il posteriore da QR a perno 12.
Per fortuna i mozzi Carbon Ti offrono questa possibilità.

20180907_144849.jpg

Il gruppo è il 9170 che avevo già in uso, per fare scena ho montato la gabbia Ceramicspeed OSPW, assolve perfettamente il suo compito, per il resto non serve ad una mazza, almeno a me così pare, però è fighissima.

Il PM è l’SRM Origin, anche questo lo avevo già, ottimo non fa una piega in nessuna condizione. E’ il ricaricabile, se qualcuno decidesse di comprarlo vale la pena spendere quanto rtichiesto in più per avere questa versione.

Circuitazione idraulica standard, passaggio tubazioni totalmente interno, finalmente anche nella forcella, inserirle non ha posto particolari problemi.

Sono stato invece molto sorpreso di apprendere dalla documentazione che secondo le specifiche Trek questo biciletta in sostanza non potrebbe essere dotata dei satelliti del Di2. Ma come Trek mi fa questo? A me, che ritengo essere i satelliti il vantaggio più significativo offerto dai Di2? Ho penato un poco, ho dovuto pensare una circuitazione del tutto diversa da quella standard ma alla fine la mia Madone ha 4 satelliti (2 da salita e 2 da discesa), come è giusto che sia, con buona pace delle specifiche Trek. Per chi volesse approfondire (solo addetti ai lavori immagino) sono a disposizione.

20180907_085737.jpg

La centalina utilizzabile è soltanto la RS910, quella da inserire alla estremità della piega, funzionale ma ha due sole porte, aspetto da tenere presente per chi volesse ampliare la propria circuitazione Di2.

Il D-Fly WU l’ho nastrato sulla batteria che si trova dentro l’obliquo (zona accessibile mediante finestrella) e funziona.

20180907_150640.jpg

Ho pesato telaio e forcella (diversamente sarei stato insultato da @Don Perigon) ed accusano rispettivamente 1.259 gr e 482 gr. Taglia 58, telaio con Isospeed assemblato e serie sterzo compresa. Forca da tagliare. Basta non ho pesato altro. Per il momento neanche la biciletta intera in quanto la bilancia dove andrebbe appesa non funziona più a causa del prolungato inutilizzo…

Il telaio ha delle chicche interessanti, nella parte alta di alloggiamento della serie sterzo viene fissata una battuta invisibile che funge da fine corsa per la rotazione da entrambi i lati, prima non c’era e funziona benissimo. La fluidità di rotazione “a vuoto” dello sterzo è impressionante considerando che dentro il cannotto transitano tubi e cavi.

A metà dell’obliquo c’è una piastrina metallica che chiude l’apertura dove è alloggiata la batteria, tale piastrina, molto elegante, ha gli attacchi per le viti del porta-borraccia. Soluzione molto interessate che pone fine ai problemi degli attacchi che alla lunga si staccavano e le viti giravano a vuoto (in tutte le bicilette di tutte le marche).

La piega in due parti è molto più comoda da gestire rispetto a quella intera, il colore, bello, è nero opaco, peccato che con il sudore si macchi e poi occorra lo sgrassatore.

In fase di montaggio ho notato che la finitura interna del carbonio del telaio è meno raffinata che in precedenza, ci sono diverse “schegge” di carbonio bisogna fare attenzione in quanto si infilano facilmente nella pelle, è opportuno utilizzare dei guanti. Stesse schegge erano presenti alla sommità del tubo forcella, ho dovuto limarle.

Fissaggio reggisella robusto e funzionale, fissaggio sella con la soluzione inaugurata con la precedente Madone di due viti separate per rotazione ed avanzamento. Molto più pratico del seat mast classico. Paga però in termini di peso.

Come nota a margine ribadisco che il 9150 è rognoso come primo set-up a differenza del predecessore 9070 che era un mulo e come lo mettevi mettevi andava sempre.

L’attacco in dotazione permette finalmente l’alloggiamento di tutti i Garmin, anche grandi tipo il 1030 (prima con il 1030 i pulsanti capitavano contro al piega e non si potevano azionare…)

IMG-20180907-WA0008.jpg

Assetto
Ho replicato le misure delle mie ultime bicilette, nonostante ciò mi sembra di essere un poco “più lungo”, va detto che questo cannotto sterzo è più basso di quello che ho utilizzato negli ultimi 10.000km, in ogni caso con ancora due spessori il dislivello sella-manubrio già sfiora i 10cm, vedrò prossimamente di affinare la posizione.

L’isospeed arriva settato a metà, per ora non l’ho mosso, poi vi dirò se cambia qualcosa muovendolo. operazione che però va fatta da fermi, meglio se a casa.

Come va
Non me lo chiedete, io mi trovavo benissimo sia con la Madone precedente che con la Boone, ho già verificato oggi che in salita continuo ad essere un paracarro anche con questa e che in discesa sono una scheggia anche con questa, per il resto se mi viene in mente qualcosa di significativo ve lo dirò.

Risultato
La bicicletta è quella che vedete qui sotto.

A me piace molto, certo è molto cara ed è relativamente pesante, io non ci faccio caso (al peso…) però chi ne considera l’acquisto è bene che lo sappia.

Per la filosofia su cui si basa questo progetto io la vedo Disc ed elettronica, però Trek ha conservato la possibilità di averla Rim e meccanica con anche le due combinazioni intermedie (disc-meccanico e rim-elettronico)

La vernice è fantastica, cambiando angolazione della luce i riflessi variano e vanno dal verde al rosso…

Un saluto a tutti. o-o

20180908_085241.jpg
 
Ultima modifica:

faberfortunae

Scalatore
30 Settembre 2011
7.257
4.302
Modena
Bici
sempre una in meno...
Ormai non ci sorprendi piu' , in tanti aspettavamo di vedere questa discussione...:ola:
Auguro al 3d la stessa fortuna che ha avuto il suo predecessore, uno dei piu' belli del Forum.
Bravissimo, ti faccio i miei più sinceri complimenti per il montaggio (come avevo scritto a me le poche volte che ho provato anche solo a montare uno scaffale Ikea sono sempre avanzati dai 10 ai 20 pezzi tra viti tasselli e pezzi di struttura veri e propri :mrgreen:) e soprattutto per la bici, un vero e proprio capolavoro...o-o
 

bicimix

Ammiraglia
6 Agosto 2009
21.156
1.682
ABRUZZO sulla costa adriatica!
www.strava.com
Bici
7 Tour de France consecutivi!
Questa colorazione l’ho vista dal vivo ed è molto bella, personalmente non ho capito del perché verniciare il moncone del telaio dove si innesta il reggisella e lo stesso di rosso, il risultato finale lo reputo un po’ pensate meglio sarebbe stato il moncone bianco ed il reggisella nero carbonio, ma sono piccolezze.
La scritta trek rimane ciclopica anche se su questa colorazione è stemperata dal bianco.
La Bdc è rifinitura in modo pregevole e le varie soluzioni la rendono rispetto alla concorrenza un passo avanti seppur , come tu stesso dici ad un prezzo molto (troppo) elevato, rimango invece sorpreso di sapere che l’interno del talaio rispetto a quanto ci aveva abituato trek fino adesso non è ben rifinito, speriamo che sia un qualcosa presente sui primi telai prodotti e che in seguito anche questo aspetto venga migliorato.
Per il resto ti faccio i soliti complimenti per la cura e la competenza del montaggio a mio avviso a livello dei migliori meccanici in circolazione.

Ps

Aspetto al pesa della Bdc completa.

Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
 
Ultima modifica:
  • Mi piace
Reactions: Ipercool

bach7

Apprendista Cronoman
10 Gennaio 2011
3.072
889
Bici
Pinifarina
auguri e davvero complimenti per il nuovo acquisto! davvero splendida. a dicembre del 2016 ho comprato una specialized venge vias disc con etap: come te vedevo la bici con elettronico e dischi.

dopo un bel po' di km posso solo confermare quella scelta.

passiamo ora alle domande:

che dischi hai montato? come mai non quelli shimano?

anche la mia bici ha colore principale il bianco. colore che adoro ma tremendo per la pulizia. che accortezze usi per tenerla pulita?

peso complessivo della bici?
 
  • Mi piace
Reactions: Ipercool

Ipercool

Ciociaro
Membro dello Staff
13 Agosto 2012
10.805
6.078
59
Atina (Fr)
Bici
Trek (alcune)
passiamo ora alle domande:

che dischi hai montato? come mai non quelli shimano?

anche la mia bici ha colore principale il bianco. colore che adoro ma tremendo per la pulizia. che accortezze usi per tenerla pulita?

peso complessivo della bici?

Grazie a te ed a tutti gli intervenuti.

Dischi Carbon Ti Steel-Carbon.
Li uso da tempo, li ritengo più belli degli Shimano.

Per ora ho solo avuto modo di rendermi conto che si sporca facilmente.
Tanto io pulisco molto raramente [emoji23]

Non l'ho ancora pesata causa bilancia guasta.


Sent from my SM-A320FL using BDC-Forum mobile app
 
Ultima modifica:
  • Mi piace
Reactions: bach7

andrecaby

Apprendista Cronoman
8 Marzo 2006
2.956
158
Valle di Susa
Domanda su Origin:
Consigli di prenderlo con la ricarica ma la batteria del non ricaricabile dura 1900ore, che per la maggior parte di noi vuol dire almeno 3 anni, dopo questo lasso di tempo conviene comunque mandarlo per la revisione e quindi la sostituzione della batteria non ricaricabile. In quest'ottica quella ricaricabile ha senso?
Il nuovo sistema pedivelle della look con la lunghezza regolabile tramite l'anello si è dimostrato funzionale e affidabile o potrebbe alla lunga presentare del gioco?

I dischi carbon-ti sono centerlock?
 
  • Mi piace
Reactions: magondo61

Ipercool

Ciociaro
Membro dello Staff
13 Agosto 2012
10.805
6.078
59
Atina (Fr)
Bici
Trek (alcune)
Domanda su Origin:
Consigli di prenderlo con la ricarica ma la batteria del non ricaricabile dura 1900ore, che per la maggior parte di noi vuol dire almeno 3 anni, dopo questo lasso di tempo conviene comunque mandarlo per la revisione e quindi la sostituzione della batteria non ricaricabile. In quest'ottica quella ricaricabile ha senso?
Il nuovo sistema pedivelle della look con la lunghezza regolabile tramite l'anello si è dimostrato funzionale e affidabile o potrebbe alla lunga presentare del gioco?

I dischi carbon-ti sono centerlock?
Ciao.
L'SRM 9000 ho dovuto mandarlo ben prima della scadenza teorica e sono stato senza 8 giorni.
Le durate dichiarate sono quindi ottimistiche, pertanto per me ricaricabile a prescindere.

Per ora il trilobo tiene, la finitura lucida patisce un poco i colpi secchi.

I dischi sono 6 fori.

Sent from my SM-A320FL using BDC-Forum mobile app
 
Ultima modifica:
  • Mi piace
Reactions: andrecaby

BULLDOG

Pedivella
19 Aprile 2006
481
168
Penso che hai sotto le mani la bici aero piu' evoluta sul mercato..immagino dal vivo che ulteriore spettacolo...per noi patiti ," malati" di tutto cio' so soddisfazioni ed e' bello sentirle raccontare cosi'... raccontaci tutte le sfumature che conoscerai con l' uso , mi raccomando.
 
  • Mi piace
Reactions: Ipercool