Sterrati in gara...anacronismo o ciclismo vero ?

Zonco

Apprendista Passista
12 Novembre 2008
835
228
Visita sito
Bici
si
La critica di Trentin (non il solo...) mi colpisce. Si, sarà pure ciclismo su strada...ma nessuno stabilisce per forza "quale tipo di strada". Quando non c'era l'asfalto ovunque le tappe di montagna del Giro erano per buona parte... gravel ! Senza esagerare...ma lo sterrato appartiene all'essenza del ciclismo, non al passato ! Che ne dite...? gandalf
Io sono d'accordo con Trentin!
 

samuelgol

Flughafenwächter
24 Settembre 2007
43.698
18.766
Bozen
Visita sito
Bici
Canyon Ultimate SLX. Nome: Andrea
Criticare poche centinaia di metri di salita in sterro a fine tappa non fa onore a dei professionisti, capirei gli avessero fatto fare una lunga discesa pericolosa ma per quel tratto.....avessero vinto non avrebbero aperto bocca
Non credo che Trentin abbia protestato perchè se ci fosse stato asfalto avrebbe vinto lui.
 

pecoranera

CicloGladiamatore
14 Novembre 2011
9.232
4.105
53
Roma
Visita sito
Bici
Colnago c68 LA MAIALA=C-Taurine
Classica di Jean,gara in mezzo alle olive,ovviamente muri da ribaltamento e sterrato a go go. Vince lutchenko che nel finale mette financo piede a terra,su wellens 3 vliegen 4 kamna 5 Swift 6 hindley 7 barguil...
Insomma un bel parterre...
 

tincone

Cronoman
8 Luglio 2017
734
748
greve in chianti
Visita sito
Bici
giant tcr advanced1 pro
Non credo che Trentin abbia protestato perchè se ci fosse stato asfalto avrebbe vinto lui.
No ,Trentin ha protestato perché quel tratto era veramente messo male è vero ,ma non vorrei lo prendessero a pretesto per far pressioni sugli organizzatori per far si che rinuncino agli sterrati, ripeto per me un buon sterro magari in salita a fine tappa aumenta lo spettacolo ,qualcuno si sente meno a sua agio? può darsi ma anche in discesa ci sono molte differenze ma nessuno chiede di limitarle anzi
 

pianpianello

Pignone
19 Dicembre 2020
210
227
zona gialla
Visita sito
Bici
cancello a pedali
Gli sterrati vanno bene in qualche gara come la Strade Bianche e la Roubaix, che hanno una loro storia e un loro motivo, sono nate così. Andarli ad inserire in altre gare è ridicolo.

Il motivo è molto semplice: perché non si corre più sullo sterrato come in passato? Perché la maggior parte delle strade principali oggi sono asfaltate. Se volessimo veramente tornare al passato, allora dovremmo togliere anche i freni a disco, i telai in carbonio, le ammiraglie… il casco! Un vero eroe corre senza casco, no? Da qui si capisce che lo sterrato è soltanto una moda per copiare il successo delle Strade Bianche, per introdurre novità ed interesse a livello pubblicitario, e nient’altro.

Se vogliamo veramente rendere le gare più interessanti, e introdurre un sano fattore di imprevisto e maggiori capacità dei corridori, io dico che bisogna togliere quelle maledette radioline in gara, e addirittura io penserei di abolire pure powermeter e cardio in gara. Sono indeciso invece sul fattore lunghezza: meglio gare corte o gare lunghe? Ho paura che per aumentare gli imprevisti servirebbero gare lunghe, ma poi le gare lunghe sono noiose da seguire integralmente, quindi per lo spettacolo puro forse meglio fare gare corte.
 
  • Mi piace
Reactions: bicilook

RapMcBibus

Novellino
19 Maggio 2021
92
83
54
Milano
Visita sito
Bici
non più
sono allineato con molti di voi.
Le gare che hanno un cuore "antico" come la robaix o le strade bianche (che antica non è) mi piacciono tantissimo.
Mi piace molto meno vedere pezzi di strada sterrata buttati dentro a caso in altre competizioni, soprattutto quando non sono fattore decisivo per vincere ma solo un tiro di dadi per vedere se qualcuno la perde lì per un imprevisto.