La tattica, valutare il percorso di gara

Sikhandar

Scalatore
14 Maggio 2006
6.867
110
40
Reggio Emilia
Bici
Pedalforce QS4, Merida Scultura 906, Dolan DF3 (pista)
seee ma caa spirito guida ma vi levateeeeeee........!!!! Devo ancora iniziare le (maledette) 64 ore! (vabè che me ne farebbero fare 58 per gli sconti-ex-corridore, ma deh, visto che pago il corso lo volevo seguire tutto...! E poi sono sempre lezioni interessanti...)
 

Maurice

Apprendista Velocista
2 Maggio 2007
1.739
1
San Miniato (PI)
Ma non vuol dire nulla... Ekimov pesava come te ed era un cronoman di prima categoria... io ho vinto delle gare per distacco quest'anno e peso 57... ho una sezione frontale infinitesima! :mrgreen: Poi deh, Bettini di vittorie in solitaria sul passo ne ha fatte, quando ad Amburgo diede 2 minuti a tutti? Cioè... a mio giudizio non bisogna farsi seghine mentali sulle proprie possibilità "in senso assoluto"; piuttosto bisogna allenarsi in modo da (= con l'obiettivo di) possedere il gesto atletico che ti permette di giocartela in qualsivoglia condizione tu sia.

Esempio: della tua squadra siete in 3 in gruppo, 2 morti, chi la fa la volata? Eh deh la devi saper fare tu, o almeno provarci... quindi in allenamento di volate ne van provate! Oppure: ti trovi da solo davanti e nessuno ti vuole seguire, il gruppo va ai 2 all'ora... il tuo compagno di fuga è agonizzante e t'ha lasciato lì in preda allo sconforto. Che fai? Beh, devi essere in grado di continuare nella tua azione e "attendere gli eventi" (= un gruppetto inseguitore che rientra, una squadra che si organizza e ti viene a prendere) continuando a smenare ai 40-43... e devi avere l'allenamento per poter dire "lo faccio"! Bisogna pensare sempre 5-6 volte a queste cose nel momento in cui si promuove un'azione e ci si alza sui pedali.... meno cartucce sprechi, più forte sarà il tuo "hot moment" in cui dai tutto! ;)

Vai, domenica a Fucecchio alla 100 km. si và in fuga insieme :mrgreen:

In bocca al lupo per il corso da DS.
 

canzo

Apprendista Velocista
15 Gennaio 2008
1.366
20
Orbetello (GR)
Bici
Cannondale r700 Bianchi 603
Si l'avevo capito però non è vero, o comunque non è quasi mai così. Il vento a favore ti spinge da dietro se sei fermo, ma se vai a 40km/h per sentire il vento che ti spinge da dietro questo dovrebbe avere velocità maggiore di 40km/h (il che succede raramente). In genere quando si va via un po' forte come un gara, si va più veloci con il vento a favore non perchè questo ti spinge ma perchè si può "fendere" l'aria con meno potenza. E' come quando si nuota con la corrente a favore
o-o

quello che conta è la velocità relativa rispetto all'aria. se tu vai a 40 senza vento, penetri l'aria a 40. se tu vai a 40 con 20 di vento a favore penetri l'aria a 20, è un'altro andare. è vero che il vento non ti spinge, ma comunque l'aria ti oppone meno resistenza. se poi il vento è più veloce di te ti conviene mettere la vela (ci starebbe anche la battuta "è l'aria che penetra te":mrgreen:).
 

Sikhandar

Scalatore
14 Maggio 2006
6.867
110
40
Reggio Emilia
Bici
Pedalforce QS4, Merida Scultura 906, Dolan DF3 (pista)
tutto funziona con la regola del parallelogramma: c'è il "vento d'avanzamento" che è diretto contro di te (non ha componenti laterali) e il "vento reale" che è un altro vettore che ti colpisce da un'altra direzione. Li sommi con la regola del parallelogramma e... voilà ottieni il "vento percepito" o-o che è quello che agisce su di te.

Questo basta anche a capire perchè col vento al traverso si sta tanto male..... il vento percepito, che viene dal settore del vento al traverso ed è rinforzato abbestia dal vento d'avanzamento, è fortissimo!
 
  • Mi piace
Reactions: canzo

gio89

Maglia Rosa
14 Settembre 2005
9.924
120
verona/milano
Bici
alu
quello che conta è la velocità relativa rispetto all'aria. se tu vai a 40 senza vento, penetri l'aria a 40. se tu vai a 40 con 20 di vento a favore penetri l'aria a 20, è un'altro andare. è vero che il vento non ti spinge, ma comunque l'aria ti oppone meno resistenza. se poi il vento è più veloce di te ti conviene mettere la vela (ci starebbe anche la battuta "è l'aria che penetra te":mrgreen:).
E io che ho detto;nonzo%o-o
 

renatiello

Velocista
10 Novembre 2006
4.907
53
44
O sul lungomare o intorno allo stadio
Bici
Cervelo SLC - Cinelli Estrada - Giant Omnium
Se esco da gruppo per portarmi su un gruppetto in fuga, tirandomi dietro qualcun altro, quando sono a pochi metri dalla fuga posso chiedere il cambio? A me sembra superflua come domanda, xò mi è capitato di essere stato "sgridato", o meglio, "incitato" a proseguire per chiudere quei pochi metri rimasti, anche se di fatto la fuga era presa.
 

VADABRUT

Scalatore
7 Aprile 2006
7.904
265
55
Bici
quasi quasi la vendo
Se esco da gruppo per portarmi su un gruppetto in fuga, tirandomi dietro qualcun altro, quando sono a pochi metri dalla fuga posso chiedere il cambio? A me sembra superflua come domanda, xò mi è capitato di essere stato "sgridato", o meglio, "incitato" a proseguire per chiudere quei pochi metri rimasti, anche se di fatto la fuga era presa.
Sono mica dei pirla quelli che ti hanno incitato, tira tu, se poi schiatti loro sono dentro e tu fuori ;-):asd:
 

VADABRUT

Scalatore
7 Aprile 2006
7.904
265
55
Bici
quasi quasi la vendo
pensi che abbiano riconosciuto il pivello?
Non è questione di essere pivelli, ognuno deve sapere cosa può dare e regolarsi di conseguenza..... comunque di solito si sfrutta al massimo il "tiratore volenteroso e generoso" per poi mollarlo per strada come un merdone...... è molto brutto sentirsi un merdone.....
 

phate

Pignone
21 Agosto 2007
156
0
PR-RE-MN
Ciao
domenica avrò una gara con un certo dislivello. Io monto una tripla con il 52/40, ma alcuni mi hanno consigliato di montare il 50/34.
Cosa mi suggerite di fare ?
Allego il percorso, e vi ringrazio dell'attenzione.
Ciao
 

Allegati

  • Gara e Percorsi _ Pietra Ligure Triathlon.pdf
    24 KB · Visite: 15

Marco Pantani

Novellino
15 Giugno 2010
84
2
Cesenatico
Bici
Bianchi
Molto importante nella prima fase della gara tenere rapporti agili così per riscaldare le gambe. Una volta in una Gran Fondo mi sono ritrovato ad avere dei crampi fortissimi alle gambe perchè non avevo fatto il giusto riscaldamento sulla bici.:rosik:
 

stefano.72

Pedivella
27 Ottobre 2007
437
1
Meano
Bici
Oria carbonio, Vetta alu, MTB Trek alu
Riesumo questa discussione, che, come già detto, è interessantissima.
Leggendo e rileggendo trovo sempre spunti per migliorare la tecnica o la strategia. E forse non sono proprio un brocco, pivello sicuramente sì.

La mia domanda è la seguente:
mi trovo alla partenza o nelle fasi iniziali di una corsa in circuito, di solito pianeggiante.
Conosco poco gli altri concorrenti. Come capire chi è da tenere d'occhio, da cosa lo si capisce?
 

renatiello

Velocista
10 Novembre 2006
4.907
53
44
O sul lungomare o intorno allo stadio
Bici
Cervelo SLC - Cinelli Estrada - Giant Omnium
Riesumo questa discussione, che, come già detto, è interessantissima.
Leggendo e rileggendo trovo sempre spunti per migliorare la tecnica o la strategia. E forse non sono proprio un brocco, pivello sicuramente sì.

La mia domanda è la seguente:
mi trovo alla partenza o nelle fasi iniziali di una corsa in circuito, di solito pianeggiante.
Conosco poco gli altri concorrenti. Come capire chi è da tenere d'occhio, da cosa lo si capisce?

Ho avuto il tuo stesso problema quando ho cominciato a frequentare questo genere di gare. Io credo che l'unica soluzione sia quella dell'esperienza... + ne fai e + conosci i tuoi avversari.
Sennò te li fai indicare da frequentatori + assidui
 

BOSE

Maglia Rosa
11 Settembre 2006
9.609
29
www.robertogiannoni.com
Bici
CANNONDALE
Ho avuto il tuo stesso problema quando ho cominciato a frequentare questo genere di gare. Io credo che l'unica soluzione sia quella dell'esperienza... + ne fai e + conosci i tuoi avversari.
Sennò te li fai indicare da frequentatori + assidui

Giusto esperienza, ma non basta, una delle migliori qualità sono quella di leggere la corsa, ci vuole occhio, cosa che distingue un bravo ciclista da un normale.
 

BOSE

Maglia Rosa
11 Settembre 2006
9.609
29
www.robertogiannoni.com
Bici
CANNONDALE
Sicuramente... ma penso che sia una qualità figlia comunque dell'esperienza.

Qualità che sviluppi da ragazzino difficilmente le puoi trovare in tarda età iniziando da cicloamatore.
Per oviare a ciò devi andar forte e conoscere gli avversari.

Se non conosci nessuno, chiedi in gruppo, magari preparati sui nomi leggi le classifiche di gare pregresse e chiedi chi è questo e quello.
L'apparenza a volte inganna, c'è il "ciccio" che corre in lombardia con i peli e non è nemmeno messo bene in bici, però vince quado vuole.
 

stefano.72

Pedivella
27 Ottobre 2007
437
1
Meano
Bici
Oria carbonio, Vetta alu, MTB Trek alu
Giusto esperienza, ma non basta, una delle migliori qualità sono quella di leggere la corsa, ci vuole occhio, cosa che distingue un bravo ciclista da un normale.

Già. Quindi la soluzione sarebbe quella di andare a correre spesso. Conoscere gli avversari e "fare l'occhio" diventerebbe più facile; c'è chi riesce a capire che quella fuga non andrà in porto, quest'altra non va da nessuna parte quindi non si spreca energia...
 

renatiello

Velocista
10 Novembre 2006
4.907
53
44
O sul lungomare o intorno allo stadio
Bici
Cervelo SLC - Cinelli Estrada - Giant Omnium
Qualità che sviluppi da ragazzino difficilmente le puoi trovare in tarda età iniziando da cicloamatore.
Per oviare a ciò devi andar forte e conoscere gli avversari.

Se non conosci nessuno, chiedi in gruppo, magari preparati sui nomi leggi le classifiche di gare pregresse e chiedi chi è questo e quello.
L'apparenza a volte inganna, c'è il "ciccio" che corre in lombardia con i peli e non è nemmeno messo bene in bici, però vince quado vuole.

facevo così anch'io... ma non riuscivo mai ad associare i nomi alle facce:mrgreen:
 

Maurice

Apprendista Velocista
2 Maggio 2007
1.739
1
San Miniato (PI)
Già. Quindi la soluzione sarebbe quella di andare a correre spesso. Conoscere gli avversari e "fare l'occhio" diventerebbe più facile; c'è chi riesce a capire che quella fuga non andrà in porto, quest'altra non va da nessuna parte quindi non si spreca energia...

Quando parte un corridore e il gruppo lascia andare e nessuno alza la voce, è fuga bidone.

Quando parte un corridore e dal gruppo cominciano a urlare di chiudere.......quella è una fuga buona......il problema è tenere le ruote. In bocca al lupo.
 
  • Mi piace
Reactions: renatiello